Milano, inizia disinfestazione dei parchi gioco. In attesa della loro riapertura

Il Comune di Milano ha avviato il piano di disinfestazione delle aree verdi e gioco della città. Spazi dove l’accesso rimane ancora vietato. E per evitare di infrangere le regole del Dpcm, questo week end saranno dispiegati 1.100 agenti della Polizia Municipale

Parte da oggi il piano di disinfestazione delle aree gioco e verdi di Milano. Coinvolti anche parchetti e attrezzature sportive. Tre ambiti di territorio cittadino che, comunque, in ottemperanza al Dpcm dello scorso 26 aprile, non potranno ancora essere utilizzati dai cittadini.

Il tutto con l’obiettivo di evitare troppi assembramenti sociali. La situazione dei contagi a Milano rimane preoccupante. Solo ieri in città si sono contati 86 nuovi malati, per un totale di 8.766 persone affette da . Le istituzioni ribadiscono quindi la necessità di osservare attentamente le regole. Cosa che non sembra essere avvenuta ieri sui Navigli. Le foto diffuse hanno documentato un aperitivo affollato e con molte persone sprovviste di adeguate misure di sicurezza. Una situazione che non è passata inosservata all’opinione pubblica e che ha causato una dura presa di posizione da parte del sindaco Giuseppe Sala (leggi qua cos’ha detto stamattina).


Per evitare il ripetersi di casi analoghi, in vista di questo fine settimana, il Comune ha previsto l’utilizzo di 1.100 agenti della Polizia Municipale che presidieranno il territorio, con occhi particolare, appunto, nelle aree gioco e parchi verdi. E non solo.

Un prodotto antibatterico inodore sarà spruzzato su strutture e giochi in legno e metallo

Da oggi quindi spazio alla sanificazione e disinfestazione degli spazi che durerà fino a sabato prossimo. Ogni giorno l’Amsa eseguirà una ventina di interventi. Il lavoro di sanificazione prevede l’utilizzo di un prodotto antibatterico. Da sottolineare che si stratta di un additivo batterico neutralizzante (sospensione acquosa con spore batteriche classificate innocue), che non sprigiona nessun tipo di odore e che viene spruzzato tramite una lancia a bassa pressione sulle strutture e sui giochi in legno e metallo.

Dopo la chiusura prolungata delle aree verdi nelle scorse settimane – commenta Pierfrancesco Maran, assessore al Verde  – interveniamo per ripristinare la salubrità e il decoro delle aree destinate ai più piccoli. Ricordiamo a tutti che permane comunque il divieto di utilizzo di giochi, campetti e attrezzature sportive indicato nell’ultimo Dpcm del Governo. Se tutti rispettano le indicazioni speriamo di poter tornare presto a usufruire a pieno di tutti i servizi”.

Con la chiusura delle zone gioco, il vice sindaco di Milano, Anna Scavuzzi, ha voluto lanciare alle famiglie milanesi una soluzione alternativa: ‘’Mi permetto di suggerire a chi ha bambini – ha detto la vice di Sala, nonché assessore alla Sicurezza del Comune meneghino – di prediligere i parchi più grandi e non le piccole aree gioco, meglio spazi aperti dove è possibile farli correre, andare in bicicletta, giocare a palla, evitando la tentazione di scivoli e altalene. Agli sportivi ricordiamo di correre da soli e non in gruppo, di rispettare le distanze e di non utilizzare le attrezzature”.

Leggi anche

È polemica sulla protesta dei ristoratori all’Arco della Pace
Sosta delle auto: il Comune di Milano cerca spazi privati
Fase 2: Atm detta le regole sui mezzi