Milano 2020, la strategia per la ripartenza

Milano 2020 è la strategia di adattamento del Comune per la ripartenza. Pubblicato sul sito del Comune un documento aperto al contributo della città con le proposte per la ripartenza dopo l’emergenza sanitaria

Milano 2020 è il nome di un piano ben preciso. Un documento redatto dall’Amministrazione comunale per attuare una strategia di ripartenza post lockdown subito a causa dell’emergenza sanitaria. Il documento espone alcune azioni immediate o da programmare per la gestione della nuova normalità. Si tratta un documento aperto alle osservazioni e ai contributi di tutta la città. Da lunedì 27 aprile, infatti, sarà possibile inviare il proprio contributo al testo attraverso il sito del Comune e così per tutto il mese di maggio; documento che, di conseguenza, sarà via via aggiornato.

Il documento aperto al contributo della città

Questo documento – si legge nell’introduzione – ha lo scopo di elaborare una strategia per la cosiddetta Fase 2. Sarà caratterizzata da una radicale modifica degli stili di vita dei cittadini e dell’organizzazione delle città, dovuti a distanziamenti e precauzioni necessari per il Coronavirus“.


E poi ancora “Il tessuto connettivo dell’economia milanese richiede interventi di programmazione e di rivitalizzazione (…). Servono importanti risorse per sostenere il sistema produttivo della città, risorse per sostenere servizi (…), prevedere meno burocrazia“. – “La mobilità nella nostra città, basata fortemente sul trasporto pubblico, subirà importanti limitazioni di capienza che richiederanno il mantenimento dello smart working e lo sfasamento degli orari per molte attività, per evitare assembramenti nelle ore di punta“.

Sulla mobilità, il documento Milano 2020 ribadisce quanto sia “Necessario ridefinire l’uso delle strade e degli spazi pubblici, aumentare gli spostamenti di superficie non inquinanti“.

Un documento di una ventina di pagine che vuole illustrare quindi i temi sui quali si fonda la strategia di adattamento. Lavoro, diritti e inclusione, economie, risorse e valori. E poi ancora tempi e servizi e la sostenibilità sono i temi affrontati. Con una serie di azioni e di progetti da attivarsi, con alcune azioni immediate da parte del Comune. Tra queste il tema del contingentamento del trasporto pubblico o il programma Programma Strade Aperte e la cicloviabilità diffusa. Importanti provvedimenti anche circa la cultura e i cittadini più piccoli, tra questi l’idea di riprogettare i servizi estivi o di valutare, anche in base alle indicazioni per le autonomie scolastiche, tutte le possibilità di flessibilità oraria delle scuole.

Il documento Milano 2020 è consultabile per intero a questo link.

Leggi anche:

Drive In per andare al cinema post Coronavirus
Coronavirus: la crisi del settore musicale e il progetto di ripartenza