glass-of-beer-3444480_1920

La Lombardia è la capitale nazionale della birra

Un quarto del fatturato legato alla birra si genera in Lombardia. Regione che, inoltre, è leader nazionale anche nel numero di posti di lavoro nel settore, gettito fiscale e numero di microbirrifici

In Lombardia si genera un quarto del valore totale delle vendite di birra in Italia. E non solo. La birra venduta in questa parte del Paese crea benefici per le casse dello stato e sull’occupazione. A sottolineare l’importanza del settore brassicolo e della Lombardia è l’Osservatorio Birra che a Milano, presso il Palazzo della Regione, ha presentato il secondo rapporto ‘La creazione di valore condiviso del settore della birra in Italia’. Rapporto promosso dalla Fondazione Birra Moretti e realizzato dalla società di ricerca Althesys.

Scopri QUI il nostro canale dedicato alla Birra

Lombardia, la birra genera denaro e lavoro

In Italia, sostiene lo studio, nel 2017 le vendite di birra hanno generato 8,8 miliardi di euro (il 13% in più rispetto al 2016), pari allo 0,5% del Prodotto Interno Lordo italiano. Il 25,5% di questa cifra, equivalente a 2,2 miliardi di euro, deriva dal dato riportato in Lombardia e rappresenta lo 0,62% del Pil regionale. Un giro di affari che si traduce anche in posti di lavoro: il settore brassicolo in questa zona dello Stivale garantisce poco meno di 25mila dipendenti (il 26,6% di tutti i lavoratori impegnati nel comparto), con un ammontare complessivo di salari pari a 662 milioni di euro. In tutto il Paese, per la cronaca, il mondo delle lager & co. fornisce un’occupazione lavorativa pari a oltre 92mila persone distribuite lungo tutta la filiera. Dal 2015 al 2017, i posti di lavoro sono incrementati di ben 6 mila unità.

E sorride anche lo Stato

Proprio il gettito fiscale derivato dalle aziende birrarie che operano in Italia fornisce un rilevante contributo per le casse dello Stato. Nelle cifre: gli introiti derivati dalle imposte che gravano sulle imprese del settore hanno raggiunto i 4,2 miliardi di euro, il 17,7% in più rispetto al dato del 2015, e quasi l’1% delle entrate fiscali complessive. Di questa ammontare, una quota consistente, ovvero 1,06 miliardi di euro, proviene dalle realtà imprenditoriali lombarde.

Il boom dei birrifici artigianali è soprattutto lombardo

Il fenomeno e l’interesse che ruota nei confronti della birre artigianali vede, anche in questo caso, la Lombardia in prima fila (e Milano guida il trend, leggi qui). Nell’intera Regione, infatti, l’Osservatorio ha registrato 137 microbirrifici. Nessuno meglio della Lombardia, alle cui spalle troviamo il Piemonte con 80 imprese censite, il Veneto con 74 e la Toscana con 63. 

Per ulteriori informazioni sul mercato della birra in Italia clicca qui

Scopri anche:

Viaggio nel mondo della birra artigianale milanese
La birra e gli italiani? Per Assobirra il 2017 è l’anno dei record