Le frecce tricolori sorvolano il cielo di Milano

Il volo delle frecce tricolori sul cielo di Milano e non solo. Il primo cittadino Beppe Sala immortala lo spettacolo dai tetti del Duomo. Parte oggi, anche da Milano (e da Codogno), un viaggio acrobatico simbolico di 5 giorni che abbraccia l’Italia

Dalle undici di questa mattina le frecce tricolori hanno fatto stare con la testa rivolta verso l’alto numerosi milanesi nei pressi del centro e non solo. Sorvolano luoghi simbolo come il nostro Duomo, si spostano da una città all’altra. Oggi di parte e di vola sopra il cielo di Milano, sopra il cielo di Aosta, di Torino e di Trento. Le frecce tricolori sorvolano, oggi, anche il cielo di Codogno, la prima drammatica zona rossa riconosciuta qui in Italia a causa dell’emergenza sanitaria. Un grande abbraccio collettivo con i colori della nostra penisola che durerà cinque giorni. Quasi una settimana in cui sorvolare sui cieli delle città d’Italia. Oggi è toccato anche a Milano, appunto, il 2 giugno, giorno della festa della Repubblica e ultimo giorno del viaggio, sarà la volta del cielo di Roma.

Un giro tra le nuvole, quello delle frecce tricolori, per festeggiare il 74esimo anniversario della proclamazione della Repubblica. Il secondo giorno del volo, martedì 26 maggio, sarà la volta di Genova, Firenze, Perugia e L’Aquila. A seguire, il 27 maggio, Cagliari e . Il 28 maggio le frecce tricolori della pattuglia acrobatica dell’aeronautica militare sorvoleranno il sud Italia a Catanzaro, Bari, Potenza, Napoli e Campobasso. Il 29 maggio Loreto, Ancona, Bologna e poi salgono ancora a Venezia e Trieste e quindi Roma in conclusione. La capitale, il suo cielo, anche, come già specificato, sarà protagonista anche delle acrobazie proprio del 2 giugno. Uno spettacolo che rappresenta una rinascita sentita.


 

Visualizza questo post su Instagram

 

“Patria” deriva dall’aggettivo patrius <paterno>. E’ così che mi piace pensarla.

Un post condiviso da Beppe Sala (@beppesala) in data: