Folla sui Navigli, Beppe Sala: “Vergognoso, c’è da incazzarsi”

a Milano, le immagini e i video della folla sui scatenano forti reazioni in Beppe Sala. Il primo cittadino di Milano in occasione del suo video messaggio quotidiano parla chiaro: “È vergognoso, questo è un ultimatum

Beppe Sala incazzato nero, com’è giusto che sia. I milanesi (una piccola parte, bisogna specificare) sembrano non rispettare le misure da mettere in atto per la Fase 2, necessarie in questo periodo di emergenza sanitaria ai fini di una possibile ripresa sociale, sanitaria, economica. Le immagini e i video riportate della folla sui Navigli della giornata di ieri, 7 maggio, hanno obbligato il Sindaco a diffondere il suo ultimatum.

Quando c’è da ringraziare i milanesi per il loro comportamento virtuoso sono sempre il primo a farlo. Però ci sono anche i momenti in cui c’è da incazzarsi e questo è uno di quelli“. Così comincia Beppe Sala il suo video messaggio mattutino. E ancora: “Le immagini di ieri lungo i Navigli sono vergognose. Dover rispiegare la situazione è deprimente. Noi siamo non solo in crisi sanitaria ma anche in una profondissima crisi socio economica. Milano ha bisogno di tornare a lavorare, a lavorare. Non è una voglia riaprire, è una necessità“.


E poi ancora: “Non permetterò che quattro scalmanati senza mascherina uno vicino all’altro mettano in discussione tutto ciò“. Quindi il vero e proprio ultimatum di Beppe Sala. “Non sono un politico da metafore, sono un politico da atti. O le cose cambiano oggi, non domani, o io domani chiudo i Navigli piuttosto che i servizi da asporto. Poi lo spiegate voi ai baristi perché il Sindaco non gli permette di vendere. Io mi prendo le mie responsabilità, ma non è un guardia e ladri. Non possiamo permettercelo. Usiamo la testa tutti“. Un messaggio duro e chiaro che deve essere necessariamente messo in atto da tutti. Occorre, infatti, fare ancora un piccolo sforzo altrimenti la ripresa sarà più lunga e più dura del previsto. “Cosa vuoi che sia“, purtroppo, ancora non è ammissibile.

Guarda il video:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Beppe Sala (@beppesala) in data: