Emergenza Coronavirus: il nuovo decreto in Gazzetta Ufficiale

Pubblicato il nuovo decreto del 4 marzo 2020 legato all’emergenza . Scuole chiuse, come anticipato, di ogni ordine e grado. Misure cautelari consigliate e chiusura di cinema e teatri fino ad aprile

Diffuso il testo del Dpcm, firmato dal Presidente del Consiglio Ministri, datato 4 marzo. È dunque entrato il nuovo decreto legato alle misure da rispettare e applicabili sull’intero territorio nazionale. Il decreto riguarda misure restrittive circa il mondo dello sport, degli ambienti di lavoro, delle istituzioni scolastiche.

Tra le misure del decreto pubblicato, la normativa secondo cui sono sospese le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. Fa discutere la data. Le disposizioni del presente decreto – si legge – producono effetto dalla data di adozione del medesimo e sono efficaci, salve diverse previsioni contenute nelle singole misure, fino al 3 aprile 2020 (qui il testo completo).


Sono sospesi anche gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina. Tra le note, anche le misure igienico-sanitarie. Tra queste:

Lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;

Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute e comunque evitare abbracci, strette di mano e contatti fisici diretti con ogni persona;

Igiene respiratoria (starnutire o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);

Mantenere in ogni contatto sociale una distanza interpersonale di almeno un metro;

Evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, anche durante l’attività sportiva;

Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;

Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;

Non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;

Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;

Usare la mascherina solo se si sospetta di essere malato o si assiste persone malate.