cordusio milano

Cordusio – Biblioteca Ambrosiana: M1 omaggia Leonardo

Cordusio diventa Cordusio – Biblioteca Ambrosiana: la stazione metropolitana di Milano ha un nuovo nome in vista delle celebrazioni vinciane

Non più solo Cordusio ma Cordusio – Biblioteca Ambrosiana. È questo il nuovo nome della stazione della metropolitana 1, linea rossa. Una decisione del Comune che, in vista delle celebrazioni del 2019 dedicate al cinquecentenario dalla morte di Leonardo da Vinci, vuole far conoscere la presenza di una delle più importanti mete culturali e artistiche milanesi. Nel cuore della città.

Il Comune di Milano e ATM hanno preso questa decisione, condividendola con la Veneranda Biblioteca Ambrosiana, in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci, a cui Milano si sta preparando con un importante programma di iniziative a lui dedicate“. Così dichiarano gli assessori Marco Granelli (Mobilità) e Filippo Del Corno (Cultura). Nel 2019, infatti, in occasione delle celebrazioni dedicate a Leonardo, saranno molti i cittadini e i turisti che vorranno visitare la Biblioteca Ambrosiana, intenzionati ad ammirare i tesori che custodisce.

Leonardo: scopri QUI come progettò L’Ultima Cena

I capolavori di Leonardo alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana

La Veneranda Biblioteca Ambrosiana conserva la più vasta raccolta al mondo dei disegni e degli scritti autografi di Leonardo. E poi ancora una delle più importanti opere pittoriche del genio, il celebre Ritratto di Musico e il Codice Atlantico. Sarà una meta fondamentale, dunque, in occasione delle celebrazioni dei 500 anni.

Nata all’incrocio del cardo e del decumano, posta al vero centro di Milano della famosa pianta disegnata da Leonardo, l’Ambrosiana è stata per quattro secoli punto di riferimento, non solo culturale, per tutti i milanesi. E il desiderio è, naturalmente, che continui a essere un bene per l’intera città. Anche la nuova denominazione della fermata della Metropolitana, Cordusio – Biblioteca Ambrosiana ne riafferma l’importanza e il diritto di cittadinanza a pieno titolo“. Così commenta il Prefetto della Veneranda Biblioteca Ambrosiana.

Leonardo da Vinci, l’Ultima Cena, Refettorio Santa Maria delle Grazie
Leonardo da Vinci, l’Ultima Cena, Refettorio Santa Maria delle Grazie

Un provvedimento culturalmente significativo che ha già dei precedenti. Lo scorso luglio, infatti, la Giunta ha deciso di abbinare alla denominazione della stazione della metropolitana M1 Conciliazione, la dicitura Cenacolo Vinciano. Per poi dare atto che la medesima dicitura sarebbe stata riportata nella fermata Santa Maria delle Grazie della linea del tram 16, che passa proprio in prossimità del cenacolo Vinciano.

Nove mesi di eventi a Milano per celebrare Leonardo

Saranno nove, in totale, i mesi ricchi di eventi per celebrare Leonardo a Milano. Dalla riapertura della Sala delle Asse al Castello Sforzesco alle mostre di Palazzo Reale. Come Il meraviglioso mondo della natura prima e dopo Leonardo, che mostra come Da Vinci ha modificato la percezione e la rappresentazione della natura nella Lombardia del Cinquecento e La cena di Leonardo per Francesco I: un capolavoro in seta e argento che presenta la copia del Cenacolo di Leonardo realizzata su arazzo fra il 1505 e il 1510, commissionato dal re Francesco I di Francia.

In palinsesto, anche numerose iniziative presso il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia. Lo spazio propone il laboratorio educativo dedicato a Leonardo, uno dei primi interattivi, aperto negli anni Novanta. Ancora, la mostra Leonardo da Vinci Parade, una festa di modelli e affreschi, in un accostamento insolito di arte e scienza.

Spazio anche agli eventi teatrali. Il Piccolo Teatro, per fare un esempio, propone i testi di Fernanda Wittgens con Sonia Bergamasco. Per il programma completo degli eventi, consultare il sito milanocastello.it.

Scopri anche:

Leonardo da Vinci Parade, la mostra
Un palinsesto ricco di eventi: i 500 anni dalla morte di Leonardo