biglietti atm milano

ATM Milano, biglietti a due euro e nuovo tariffario

ATM Milano, biglietti a due euro dal mese di luglio e non solo. Pronti gli aumenti dei ticket della metropolitana milanese, carnet, giornalieri e settimanali. Il nuovo tariffario

L’Amministrazione ha varato la proposta sulle nuove tariffe di trasporto pubblico in città, che riguardano ATM e il biglietto a due euro dal mese di luglio e non solo. La proposta si basa sul nuovo sistema tariffario dell’Agenzia di Bacino e introduce miglioramenti a tutela di abbonamenti e di giovani e anziani. Sarà illustrata in Commissione Mobilità nei prossimi giorni e dovrà passare al vaglio del Consiglio comunale. Solo a questo punto può essere poi approvata ed entrare in vigore a metà luglio. Ecco le novità del nuovo sistema tariffario.

Aumenti ATM per il biglietto singolo, carnet, giornaliero e settimanale

Il biglietto singolo per i mezzi pubblici di Milano dovrebbe passare – come già anticipatoda 1,50 a 2 euro. Le modalità di utilizzo, però, saranno più estese, la validità infatti riempie anche comuni di prima fascia come Rho Fiera, Sesto San Giovanni, Rozzano, San Donato, Bresso, Bollate. Ancora. Il carnet da 10 corse passerebbe da 13,80 a 18 euro. Aumenti anche per il biglietto giornaliero, da 4,50 a 7 euro e per l’abbonamento settimanale, da 11,30 attuali a 17 euro.

Non cambia la tariffa dell’abbonamento annuale, 330 euro. Vuole essere una tutela dell’utilizzo continuativo del trasporto pubblico da parte di cittadini e lavoratori. Con una possibilità in più, quella della rateizzazione mensile del pagamento. Inoltre, si propone di introdurre la timbratura multipla nella rete metropolitana (sempre nell’ambito della validità del titolo).

Gratis fino a 14 anni e agevolazioni per gli anziani

Fra le novità più importanti la gratuità dell’intero servizio trasporti per i giovani fino a 14 anni per dare un aiuto concreto alle famiglie. Sempre per i giovani il piano prevede che il prezzo dell’abbonamento resti invariato e ridotto fino a 27 anni anziché 26. Dedicata ai giovani anche una un’altra novità. Scende da 29 a 12 euro fino ai 27 anni l’abbonamento al BikeMi per chi è abbonato anche al trasporto pubblico. A partire dai 28 anni il costo per il doppio abbonamento passa da 29 a 24 Euro. Per tutti, a partire dall’introduzione del nuovo sistema tariffario, sarà possibile caricare l’abbonamento BikeMi sulla tessera ATM integrando completamente i due servizi.

Facilitazioni anche per gli anziani. Gratuito l’abbonamento per gli over 65 con Isee inferiore a 16mila euro. Per gli over 65 con reddito Isee tra 16 e 28mila euro l’abbonamento annuale ATM costa 200 Euro. Il nuovo Senior Off Peak, a parità di costo, varrà in superficie da inizio servizio (e non solo dalle 9.30) e sarà disponibile per tutti dai 65 anni di età e per i pensionati dai 60 anni.

Vogliamo un servizio di trasporto pubblico sempre migliore – dichiara Marco Granelli, assessore alla Mobilità e Ambiente – e su questo stiamo investendo, anche a fronte di minori risorse da Governo e Regione. Per questo abbiamo scelto di tutelare lavoratori e cittadini e non turisti e utenti occasionali. Muoversi su una rete di trasporto collettivo efficiente, veloce, capillare con tariffe eque su un territorio sempre più ampio è l’unica risposta possibile al bisogno di spostarsi delle persone e a garanzia di una migliore qualità dell’aria che respiriamo“.

Scopri anche:
Milano città verde: 16mila nuovi alberi in città
Reinventing Cities, i nuovi progetti per la città