La Vergine leggente, Antonello da Messina, Museo Poldi Pezzoli

PoldiPezzoliStories: il Museo Poldi Pezzoli si racconta sui social

In piena emergenza , rispettare l’obbligo di stare a casa è più facile grazie alle numerose iniziative culturali che ogni giorno nascono sul web. Anche il Museo Poldi Pezzoli intensifica la sua presenza sui social, lanciando l’hashtag PoldiPezzoliStories

Il Museo Poldi Pezzoli non si ferma, nonostante la chiusura forzata a causa dell’emergenza Coronavirus. Per continuare ad accogliere il pubblico e guidarlo attraverso le sue sale espositive, lancia l’hashtag PoldiPezzoliStories.

Sui suoi profili social e ogni giorno presenta un’opera selezionata fra i capolavori delle sue collezioni. Ma offre anche l’occasione per scoprire la sede museale stessa. Il Poldi Pezzoli aderisce infatti alla campagna social #museichiusimuseiaperti.


#PoldiPezzoliStories. Per non perdere neanche una visita (virtuale) guidata dalla stessa direttrice del museo, Annalisa Zanni, è possibile seguire il Museo anche sul canale . “In questo momento di grande difficoltà che richiede rigore e partecipazione collettiva per poter uscire da questo buio periodo – dichiara in un video sul canale YouTube del Poldi Pezzoli -, il museo ha scelto di accompagnarvi nelle sue sale attraverso una narrazione, una conoscenza più approfondita delle sue opere”. Invita così a visitare il museo, in modalità #iorestoacasa. “Sarà questo il modo per avvicinarsi quando tornerete a vedere da vicino questi capolavori con un bagaglio di conoscenze maggiori, che è il lavoro quotidiano che svolge il museo, perché questa è la sua missione: studiare le opere per condividere la storia, il nostro passato, e per dare gli strumenti, per comprenderne la qualità e la bellezza”.

Leggete anche:
Tutti i musei di Milano in versione digitale
La cultura non si ferma: le sessioni del Mibact
Cineteca Italiana Biblioteca Morando: film in streaming gratuiti