Pirelli Hangar Bicocca riapre al pubblico dopo il lockdown

Anche lo spazio Pirelli Hangar Bicocca, insieme alle altre istituzioni culturali milanesi, riapre al pubblico dopo la chiusura forzata a causa dell’emergenza . L’ingresso sarà gratuito e senza l’obbligo di prenotazione online

Lo spazio espositivo Pirelli Hangar Bicocca riapre al pubblico da sabato 23 maggio, dopo le settimane di chiusura forzata a causa della pandemia da Covid-19. Gli ingressi saranno contingentati nella quantità e nella frequenza. E separati per entrata e uscita così da evitare assembramenti. Non sarà necessaria la prenotazione online. Sul sito del museo www.pirellihangarbicocca.org si trovano invece le informazioni pratiche con tutte le precauzioni da rispettare per la sicurezza.

Gli spazi di via Chiese saranno accessibili durante il fine settimana, cioè tutti i sabati e le domeniche dalle 10.30 alle 20.30. Il tutto, fino a data da destinarsi (quando cioè verranno ripristinati i consueti giorni di apertura dal giovedì alla domenica). L’ingresso alle mostre sarà gratuito.


Mostre prorogate fino al 2021

Dal 23 maggio sarà così possibile visitare le mostre rimaste in sospeso prima del lockdown, come ad esempio l’esposizione allestita nello spazio delle Navate The Illuminating Gas di Cerith Wyn Evans (Llanelli, Galles, Regno Unito, 1958). E, nello spazio dello Shed, la mostra The eye, the eye and the ear di Trisha Baga (Venice, Florida, 1985). Oltre, ovviamente, all’installazione permanente de I Sette Palazzi Celesti 2004-2015 di Anselm Kiefer (Donaueschingen, Germania, 1945).

Per offrire la possibilità di visitare nei tempi e modi ottimali, la mostra di Trisha Baga è stata prorogata fino al 10 gennaio 2021. L’inaugurazione della mostra di Neïl Beloufa è stata, invece, posticipata al prossimo febbraio 2021. Resta confermata l’apertura della mostra di Chen Zhen a ottobre. Le visite guidate, l’attività di mediazione culturale e i laboratori per i bambini, inoltre, sono momentaneamente sospesi. Continua, poi, la sua attività online il palinsesto digitale lanciato negli ultimi mesi da Hangar Bicocca. Sul sito del museo e pagine social si possono trovare format, contenuti di approfondimento, progetti e laboratori in live streaming per bambini.

Tra le nuove proposte rientrano anche le visite guidate in streaming all’installazione permanente di Anselm Kiefer. E alla mostra in corso di Cerith Wyn Evans attraverso le Street View a 360° della piattaforma Google Arts & Culture.

Leggi anche:
Il mondo che verrà, mostra fotografica digitale del Mudec Photo
Nasce Scene da un patrimonio, archivio fotografico del MiBACT
Ventura Projects: addio alla Milano Design Week