PAC Made of Sound, arte e suono si incontrano

Proiezioni, memorie dall’archivio, talk e performance. Al Padiglione d’ arte e suono si incontrano. PAC Made of Sound è il titolo della terza edizione della rassegna Performing Pac

Dal 2 luglio al 13 settembre il Padiglione d’Arte Contemporanea riapre al pubblico con una versione estesa di Performing Pac. La rassegna dedicata alle live performance, quest’anno alla terza edizione, era stata sospesa a causa dell’emergenza . Torna così prolungando il programma fino a settembre. PAC Made of Sound è il tema scelto per l’edizione 2020 del festival. L’ingresso è gratuito.

L’edizione 2020 al PAC Made of Sound indaga il rapporto tra arte e musica. Presenta così opere video, materiali d’archivio, interventi di artisti. Al centro, l’interazione tra suono e immagine nella pratica e nella ricerca artistica contemporanea. Ospite speciale, Laurie Anderson.


Performing Pac 2020, il programma

Sarà idealmente Laurie Anderson, icona dell’arte multimediale, a inaugurare la terza edizione della rassegna. L’artista newyorkese sarà virtualmente presente con la proiezione video della performance che realizzò proprio al Pac. Tale performance si svolse in ambito dell’antologica The Record of the Time che, nel 2003, presentò al museo di via Palestro. A luglio, inoltre, nel cortile del Pac si potrà assistere alla proiezione di Heart of a dog, il film del 2015 di Laurie Anderson presentato alla Mostra del Cinema di Venezia.

La rassegna si sviluppa attraverso i lavori di 5 artisti che utilizzano suono e musica nella loro ricerca. Si potranno così scoprire le opere del duo Barbara and Ale, al Pac con il film The sky is falling (2017). In programma anche il film di Jeremy Deller con Nicholas Abrahams Our Hobby Is Depeche Mode (2006). Fotografa la fanbase della band inglese muovendosi in poche settimane tra Messico, Stati Uniti e Russia. Pamela Diamante presenta l’installazione inedita Generare Corpi Celesti – Esercizi Di Stile (2020). E ancora, il duo Invernomuto porta al PAC l’installazione audiovisiva Vers l’Europa deserta, Terra Incognita (2017). L’artista portoghese João Onofre presenterà l’opera tra arte e music pop Untitled (N’en Finit Plus) 2010-11.

Per il programma completo pacmilano.it

Leggi anche:
La fioritura dei campi di lavanda in Lombardia
Pinacoteca di Brera riapre con ingresso gratuito
Cenacolo Vinciano: riapertura con prenotazione obbligatoria