Girl and Balloon, Bansky

Banksy ritorna a Milano al Teatro degli Arcimboldi

Il foyer del Teatro degli Arcimboldi si trasforma nella casa dei Graffiti Writers, ospitando le opere di e di altri importanti street artist nazionali e internazionali

Bansky agli Arcimboldi e con lui Blu, Phase 2, Delta 2, BenEine, 3D, Bordalo II, Kayone, Swoon, Faith 47, Serena Maisto. Più di cento le opere esposte, in un percorso conoscitivo sia della che dei suoi protagonisti, nel foyer del teatro di zona dal primo agosto al 13 dicembre.

Protagonista indiscusso della mostra agli Arcimboldi Banskyche non si è mai fermato un momento, con la sua produzione, nemmeno in pieno lockdown. Capolavori a partire dall’iconica Girl with Balloon, la bimba con capelli e vestito scossi dal vento a cui sfugge di mano un palloncino a forma di cuore. Le opere con i topi e gli scimpanzé. Ancora, la famosissima opera che raffigura un uomo col volto parzialmente coperto. Dalla postura aggressiva, intento a lanciare non una granata, bensì un mazzo di fiori.


Ad affiancare le opere dell’artista misterioso Banksy anche altri importanti talenti dell’Arte di Strada. Tra questi BLU, street artist italiano, KAYONE, storico writer di Milano, Bordalo II, artista portoghese che usa i rifiuti per dar vita ad animali, spesso uccisi proprio dal nostro inquinamento. Ci saranno anche l’americana Swoon, la sudafricana Faith 47 e la svizzera Serena Maisto. “Nomi che hanno contribuito – sottolineano i curatori – a rendere le città di tutto il mondo straordinari musei all’aperto, veicolando attraverso le loro opere messaggi di resistenza culturale, ecologia e profondissima umanità”.

Informazioni utili

La mostra sarà aperta da martedì a venerdì dalle 10 alle 19. Sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 20. Il prezzo di ingresso intero è di 14 euro più prevendita. Per ulteriori informazioni e prenotazioni consultare il sito a questo link.

Il nostro canale Art e Design QUI

Dove
Teatro degli Arcimboldi Milano, show e musica live
Il Teatro degli Arcimboldi nasce come 'sostituto' della Scala per poi diventare uno dei principali palcoscenici per musical e concerti