Vacanze a Roma

Italia mi manchi: tutte le iniziative del FAI a casa con noi

Continua l’impegno del anche durante l’emergenza Coronavirus. Italia mi manchi: ogni giorno con una rubrica si raccontano le storie più belle. Molte le iniziative via web organizzate per non rinunciare alla bellezza nel nostro Paese. Virtualmente, il patrimonio artistico italiano ci accompagna durante la quarantena: entra nelle nostre case e ci fa sentire meno soli. Ecco gli appuntamenti del FAI da scoprire

Il FAI non rinuncia all’arte e alla cultura. Italia mi manchi, un viaggio per tutta la Penisola attraverso testimonianze, racconti e storie di vita. Si vuole lanciare un forte messaggio: è possibile stare insieme anche se distanti. Quotidianamente, allora, sulle pagine social del FAI, si possono visitare virtualmente da casa, comodamente dal proprio divano i beni culturali italiani. Poi ancora, con Italia mi manchi e con un po’ di fantasia, fruire dei contenuti sarà come viverli veramente. Una passeggiata per i giardini. L’ascolto di storie inedite di oggetti di grande valore storico e artistico. La scoperta di spazi nascosti e molto altro. La nostra Italia non è mai stata così lontana e così vicina allo steso tempo.

Le rubriche: avventure da casa

Dove si va oggi con l’immaginazione? Con “Un giro a…” il FAI offre molte risposte, mette a disposizione un vero tour virtuale alla scoperta dei nostri Beni, un’occasione unica per lasciarsi stupire e programmare la prossima visita una volta che tutto sarà finito. Villa Necchi Campiglio, Villa e Collezione Panza direttamente a casa con noi. Ora poi che il tempo non ci manca, possiamo soffermarci sui dettagli che fanno la differenza. Italia mi manchi offre per questo l’occasione di indugiare su un particolare, di soffermarsi a guardare con la lente di ingrandimento dettagli e oggetti curiosi custoditi nei Beni e nelle collezioni del FAI.


Per tutti coloro che vogliono allargare il proprio orizzonte assaporando la natura e il verde, si propongono dei veri racconti in giardino. Sono molti i giardini del FAI che vengono raccontati direttamente dalla voce dei giardinieri esperti. Suggerimenti per la cura e tanti approfondimenti legati alla storia delle piante e della vita che nascondono.

Chi ha voglia di mettersi ai fornelli può andare alla riscoperta della tradizione e della cultura del cibo italiano. Ricette e menù storici legati a volumi, personaggi, grandi autori tutti da provare. Infine, per far lavorare la memoria, Marco Magnifico, vicepresidente del Fondo Ambiente Italiano, racconta la sua prima visita in un Bene del FAI. La prima volta a Palazzo Moroni, alla Villa della Porta Bozzolo e a Villa Fogazzaro Roi.

Per tutte le rubriche e maggiori informazioni sull’iniziativa clicca qui

Leggi anche:

La finestra il nostro punto di vista sul mondo
Incontrarsi in quarantena: l’attrazione e la distanza di un’uscita giustificata
Viaggio virtuale a New York