Cenacolo Vinciano - Ultima Cena di Leonardo

Io vado al museo e la Settimana dei Musei gratis per tutti

Io vado al museo, 20 giornate ticket free all’anno nei siti statali. Dal 5 al 10 marzo, settimana dei musei gratis. Biglietti a 2 euro dai 18 ai 25 anni per “educare alla bellezza”. A Milano coinvolti luoghi storici come la Pinacoteca e il Cenacolo

Un’iniziativa piena di hashtag. Con Io vado al museo e con la Settimana dei Musei (basta unire le parole per ottenere i due hashtag ufficiali) si potrà entrare per 20 giorni l’anno gratis nei musei, nei siti archeologici, nei parchi e giardini monumentali.

Andiamo con ordine. Io vado al museo è un’iniziativa del Ministero per i beni e le attività culturali. Prevede 20 giorni di ingressi gratuiti nell’anno solare in tutti i luoghi di cultura sopracitati. Ancora, musei e siti del Ministero saranno aperti gratuitamente tutte le prime domeniche del mese. Da ottobre a marzo. Nei mesi da gennaio a marzo, poi, sarà indetta, ogni anno, la Settimana dei Musei. Si tratta di sei giorni di aperture gratis, dal martedì alla domenica, in tutti gli istituti museali statali. Per il 2019 è gratuita la settimana dal 5 al 10 marzo. Se tu che stai leggendo in questo momento hai anche meno di 18 anni, allora entri gratis sempre. E dai 18 ai 25 anni, nei giorni di ingresso a pagamento, il biglietto costa solo 2 euro.


I siti che aderiscono a #iovadoalmuseo in Lombardia QUI

Io vado al museo e la Settimana dei Musei per educare alla bellezza

Una rivoluzione per educare alla bellezza e che riguarda anche la città di Milano, naturalmente, tra cui la Pinacoteca di Brera e il Museo del Cenacolo Vinciano (qui per scoprire i luoghi coinvolti). La rivoluzione è prevista nel decreto firmato dal ministro per i Beni e le attività culturali Alberto Bonisoli. Il decreto entrerà in vigore il prossimo 28 febbraio, una vera innovazione nel sistema delle agevolazioni per l’accesso ai siti statali.

Mostre e musei a prezzo ridotto per la festa delle donne. Tutte le info QUI

Con l’iniziativa #iovadoalmuseo andiamo oltre rispetto al passato e aumentiamo l’offerta culturale nel nostro Paese – dichiara Bonisoli. E aggiunge: –  Aumentando il numero di giornate gratuite in tutti i musei statali d’Italia. Vogliamo migliorare le modalità di fruizione del nostro patrimonio culturale. Far conoscere alcuni tesori nascosti o poco noti, ma ugualmente preziosi, come il museo in cui ci troviamo oggi”.

Con questo decreto – ha spiegato il ministro – cambieranno fondamentalmente due cose. La prima è che con la Settimana dei Musei sarà identificato un periodo preciso di lancio della stagione museale con tutti i musei statali gratuiti. Quest’anno si svolgerà dal 5 al 10 marzo e sarà un’occasione per spingere i cittadini a visitare i nostri musei e ammirare le meraviglie in essi custodite“. “La seconda novità – ha continuato Bonisoli – è aver dato la possibilità a ciascun istituto statale di impostare un piano di gratuità sostenibile. Migliorando la qualità della offerta e di fruizione dei beni culturali, garantire sicurezza e tutela del patrimonio culturale in armonia con le esigenze del territorio“.

Per ottenere informazioni utili su fasce orarie e giornate a ingresso libero, programmare una visita e andare al museo basta un semplice click a questo link.

Scopri anche:
Tutti i siti della Lombardia che aderiscono all’iniziativa #iovadoalmuseo
Domenica al museo, si entra gratis la prima domenica del mese
Palazzo Reale da record, tra i cento musei più visti al mondo