Compasso d'Oro

L’edizione 2018 del Compasso d’Oro, il Nobel del design, premia l’innovazione

Automobili, lampade, libri, allestimenti museali, sono fra i progetti premiati con il Compasso d’Oro 2018, il riconoscimento più autorevole dedicato al design 

C’è anche Fondazione Prada tra i sedici vincitori del prestigioso Compasso d’Oro 2018, 25esima edizione del premio definito da molti il Nobel o l’Oscar del design italiano. Nelle motivazioni della giuria che lo scorso mese di giugno, con una cerimonia tenutasi al Castello Sforzesco di Milano, ha assegnato il riconoscimento allo spazio museale progettato dall’architetto Rem Koolhaas (suo anche il progetto di riqualificazione dell’intero edificio) c’è il merito di avere creato “Uno spazio culturale che qualifica le iniziative ospitate, producendo significato ed esperienza rilevanti per il contesto della città di Milano attraverso la combinazione originale di un’architettura che si muove tra conservazione, creatività e sostenibilità“.

Jeff Koons "Tulips", Immagine del progetto “Atlas” Torre –Fondazione Prada, Milano Foto Delfino Sisto Legnani e Marco Cappelletti. Courtesy Fondazione Prada
Jeff Koons “Tulips”, Immagine del progetto “Atlas” Torre –Fondazione Prada, Milano Foto Delfino Sisto Legnani e Marco Cappelletti. Courtesy Fondazione Prada

Alla sua 25esima edizione, il Compasso d’Oro premia personalità, organizzazioni o aziende – selezionate da una giuria internazionale – che si sono distinte per innovazione e creatività nel campo del design. Quest’anno sono stati nominati sedici vincitori, scelti tra oltre 1.200 prodotti candidati alla preselezione del premio nel biennio 2016-2017, 283 i prodotti sottoposti alla giuria internazionale, ma solo 16 i premiati. Ad altri 56 la giuria internazionale ha assegnato una Menzione d’onore.

Cerimonia di premiazione del Compasso d'Oro 2018
Cerimonia di premiazione Compasso d’Oro 2018

Il Compasso d’Oro è andato, com’è nella tradizione, sia ai designer sia ai produttori degli oggetti scelti tra quelli individuati nelle due rassegne annuali ADI Design Index 2016 e 2017. A questi premi si aggiungono 11 premi Compasso d’Oro alla carriera, assegnati dall’ADI a personaggi e aziende di primissimo piano nel panorama contemporaneo del design italiano e internazionale, oltre ai 3 premi e ai 10 attestati di merito della Targa Giovani, assegnati a progetti realizzati nelle scuole universitarie di design italiane da giovani agli inizi della carriera.

Istituito nel 1954, il Premio Compasso d’Oro ADI è il più antico e autorevole premio mondiale di design. Nato da un’idea di Gio Ponti fu per anni organizzato dai grandi magazzini la Rinascente, allo scopo di mettere in evidenza il valore e la qualità dei prodotti del design italiano allora ai suoi albori. Successivamente fu donato all’ADI che dal 1958 ne cura l’organizzazione.

L’elenco dei vincitori della 25esima edizione del Compasso d’Oro comprende l’allestimento, a cura dello studio Migliore+Servetto Architects, del Museo Leonardiana al Castello di Vigevano; la lampada Discovery Sospensione di Ernesto Gismondi, storico fondatore di Artemide, che ha ricevuto anche il premio alla carriera; la nuova Giulia di Alfa Romeo, esempio di azienda che ha fatto la storia del design italiano. La prossima edizione del prestigioso premio che si terrà nel 2020 si aprirà per la prima volta al design internazionale.