raccontami una storia

Raccontami una storia, storie di donne milanesi

L’8 marzo, in piazza San Fedele, l’iniziativa Raccontami una storia, aperta a tutti. Chiunque può mandare un videoracconto personale o di una persona cara. I selezionati saranno invitati a leggere sul palco

Venerdì 8 marzo, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, dalle ore 15:00 alle ore 17:00, nella centralissima piazza San Fedele prende il via l’iniziativa Raccontami una storia. Storie di donne milanesi raccontate in piazza. Un evento condiviso, dove chiunque può partecipare, con lo scopo di ricordare le donne protagoniste di piccole e grandi vicende.

Scopri QUI tutti gli spettacoli in scena a Milano

L’iniziativa è aperta a tutti. Basta avere una storia da raccontare, una storia personale o di una persona cara. Una storia al femminile da far conoscere o da ricordare. Si può mandare un videoracconto di trenta secondi entro mezzogiorno di martedì 5 marzo al numero +393459943141, oppure tramite e-mail all’indirizzo di posta elettronica storie.donnemilanesi@gmail lasciando nome, cognome e un recapito telefonico.

Raccontami una storia. Storie di donne milanesi raccontate in piazza è un’iniziativa realizzata nell’ambito di Milano è Memoria in collaborazione con Fondazione Milano, Civica Scuola Paolo Grassi, Toponomastica Femminile, Pacta, enciclopedia delle donne e Fondazione Anna Kuliscioff. In occasione della Giornata Internazionale della Donna, l’intenzione è quella di raccontare storie di donne milanesi importanti per la nostra città. Tra i grandi nomi, ancora, protagonisti di Raccontami una storia, spiccano: Diana De Marchi, Presidente Commissione Pari opportunità del Comune di Milano. Maria Eugenia D’Aquino di PACTA dei Teatri. Ancora, Luca Rodella della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi; Valeria Palumbo, giornalista e storica delle donne e, infine, Patrizia Zelioli, autrice.

Appuntamento venerdì 8 marzo, piazza San Fedele.

Scopri anche:
Terry Monroe: così Milano mi ha trasformato in ‘domatrice’ del bancone
A tu per tu con Maida Mercuri, la Signora dei Navigli