PAC Milano, tutte le proposte online

In attesa di riaprire, il Padiglione d’Arte contemporanea di Milano porta avanti la sua offerta di contenuti su sito e social con una nuova serie di proposte online. Le iniziative hanno trasportato in digitale alcune delle sue attività e soprattutto la sua mission: avvicinare il pubblico all’arte contemporanea in modo coinvolgente

PAC Milano e tutte le proposte online. Family Lab, Archivio Performance, Cosa non voglio dimenticare. Una serie di proposte per non perdere, anzi, rafforzare il rapporto con gli utenti. E gli amanti dell’arte in generale. Sono nati così i Family LAB Digitali, brevi video pensati come un’estensione web dei laboratori per famiglie che lo spazio milanese tradizionalmente organizza per le sue mostre. Si parte da un confronto tra due artisti, uno dei quali ha esposto proprio al PAC in passato. Si sperimenta e si gioca insieme ispirati da un’opera o da una particolare tecnica. I laboratori sono pubblicati settimanalmente sul canale YouTube del PAC e sul sito.

Parallelamente PAC Milano ha chiesto agli artisti con cui ha lavorato negli anni di poter rendere disponibile online la documentazione video delle performance che hanno realizzato nel Padiglione. Anche queste, settimanalmente pubblicate sul canale del PAC e sul sito, e lì resteranno per tutti coloro che desiderano vederle o riviverle. A oggi sono già visibili quelle di Cesare Viel, Anna Maria Maiolino e Luca Vitone.


Non manca, anche in versione online, uno sguardo critico sulla realtà. Il PAC infatti ha chiesto agli artisti con cui lavorerà nei prossimi mesi ma anche a curatori, critici, editor, giornalisti, scrittori, musicisti, attori e amici di condensare in brevi video messaggi quello che non vogliono dimenticare dell’esperienza del lockdown. I video sono pubblicati a puntate sul profilo Facebook e Instagram del PAC con hashtag #PAC&Fiends #nonvoglioscordare.

Leggi anche:

Il servizio di biblioteca digitale attivo a Milano
Castello Sforzesco online: virtual tour tra Leonardo e Michelangelo
Tutti i musei di Milano in versione digitale