libri

Milano da leggere 2020: 10 libri da scaricare gratis

Torna l’appuntamento con , edizione 2020. L’iniziativa di promozione della lettura ideata dal Sistema Bibliotecario Milanese consente di scaricare e leggere gratuitamente una selezione di digitali. Da oggi, e fino al 30 giugno, è possibile scaricare liberamente dieci opere di scrittrici milanesi, per nascita o elezione

Milano da Leggere 2020 si inserisce nel palinsesto culturale promosso da |Cultura e dedicato a I Talenti delle Donne. Un’edizione dunque tutta al femminile che ospita, fino al 30 giugno, opere di scrittrici i cui diritti sono stati cortesemente concessi dalle autrici stesse e dai loro editori, insieme ad altri titoli, non più in commercio, che meritano di essere valorizzati e riportati all’attenzione del pubblico.

A causa dell’emergenza sanitaria in corso, Milano da leggere 2020 consente di scaricare gli e-book direttamente dal sito del Comune di Milano. I titoli usciranno con cadenza settimanale, ogni mercoledì a partire dal 15 aprile, e resteranno tutti scaricabili fino al 30 giugno. Questo il link.


SCOPRI IL PROGRAMMA COMPLETO DEI DIECI LIBRI DI MILANO DA LEGGERE QUI

Donne e storie legate alla nostra città

Milano, come sempre, è lo scenario su cui si stagliano le storie. Diversi generi, temi, cifre stilistiche a rappresentare il caleidoscopio del mondo femminile. Nei suoi tratti intimi o sociali, reali o immaginari. Con accenti a volte umoristici, altre più impegnati.

Si comincia con il giallo di Rosa Teruzzi che con La fioraia del Giambellino – libro di apertura di Milano da leggere 2020 – ci regala la seconda parte dell’eccentrico trio di investigatrici milanesi. Un’altra giallista è Maria Alberti Scuderi, sconosciuta ai più seppur vincitrice con Assassinio al Garibaldi – unico libro dato alle stampe – del premio Alberto Tedeschi 1984 per il miglior giallo inedito, ora riproposto con l’originale prefazione di Luca Crovi.

Tra le altre, anche Brunella Gasperini, Una donna e altri animali, in cui racconta con arguzia, anticonformismo e ironia una cronaca familiare degli anni Settanta. Ironia, e autoironia sono anche la cifra del romanzo di Carmen Covito in cui la protagonista non brutta ma, peggio, bruttina, è alla ricerca di un proprio modo di affermarsi. La bruttina stagionata, che ha vinto il premio Bancarella 1993, è stato ripubblicato di recente con una brillante introduzione di Natalia Aspesi.

La ricerca storica è la passione di Carla Maria Russo che con Lola nascerà a diciott’anni ci trasporta nella Milano del 1943. Durante il periodo più buio del fascismo si snoda una vicenda raccontata a più voci che intreccia passione, ingiustizia, colpi di scena.

Milano da Leggere 2020 è realizzata in collaborazione con le scrittrici, gli editori Bompiani, Einaudi, Piemme, Salani, Sonzogno, Sperling&Kupfer. Gli eredi di Camilla Cederna, Laura Conti, Brunella Gasperini, Maria Alberti Scuderi.

Leggi anche:

Regione Lombardia, le librerie restano chiuse
La curiosa classifica dei libri più letti in quarantena