Wang Guangyi, The Last Supper (New Religion) 2012, oil on canvas. Courtesy the Artist and Fondazione Stelline Milano

Milano celebra i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci con nove mesi di eventi

Milano si prepara a celebrare il cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci con un palinsesto di iniziative lungo nove mesi, da maggio 2019 a gennaio 2020

Nove mesi di eventi e mostre per celebrare Leonardo da Vinci a 500 anni dalla morte (avvenuta il 2 maggio 1519), il suo genio assoluto e il rapporto indissolubile avuto con Milano. Cuore di questa expo Milano Leonardo 500 sarà il Castello Sforzesco, ma il palinsesto delle manifestazioni coinvolge tutta la città tra istituzioni, enti pubblici e privati, associazioni, musei e teatri.

La nostra città vive un legame molto stretto con il Genio, che proprio a Milano ha vissuto il periodo più creativo. “Un legame testimoniato soprattutto da un dato biografico. Non esiste infatti città al mondo dove Leonardo abbia soggiornato più a lungo – ha dichiarato l’assessore alla cultura Filippo del Corno durante la conferenza stampa di presentazione del palinsesto tenutasi proprio al Castello Sforzesco – che non sia Milano. Il lascito materiale e immateriale che Leonardo ha dedicato alla nostra città è di enorme importanza. Sono testimonianze artistiche, che trovano nel Cenacolo il punto massimo di evidenza. Ma la stessa conformazione urbana della nostra città è figlia del pensiero e della riflessione di Leonardo da Vinci“.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le celebrazioni prenderanno ufficialmente il via il 2 maggio 2019 al Castello Sforzesco con la riapertura della Sala delle Asse svelando al pubblico il Monocromo leonardesco restaurato e a distanza ravvicinata, grazie a una passerella che permetterà di scoprire da vicino anche le molte porzioni di disegno preparatorio emerse durante l’ultima fase di restauro. Tra le mura del Castello saranno allestite anche due mostre: il percorso multimediale Museo virtuale della Milano di Leonardo nella Sala delle Armi, che ricostruisce virtualmente i luoghi in cui Leonardo si muoveva quotidianamente (soggiornò nella nostra città in diversi momenti tra il 1482 e il 1512). E la mostra Leonardo e la Sala delle Asse tra Natura, Arte e Scienza, nella Sala dei Ducali, con una selezione di disegni originali dell’artista, dei leonardeschi e di altri artisti del Rinascimento, che evidenziano le connessioni artistiche stabilite da Leonardo con la cultura figurativa di altri maestri dei Paesi d’Oltralpe e della stessa Milano. 

Tra le istituzioni culturali coinvolte nel palinsesto dedicato a Leonardo da Vinci e Milano, ci sono le mostre a Palazzo Reale Il meraviglioso mondo della natura prima e dopo Leonardo, che mostra come Da Vinci ha modificato la percezione e la rappresentazione della natura nella Lombardia del Cinquecento e La cena di Leonardo per Francesco I: un capolavoro in seta e argento che presenta, per la prima volta dopo il suo restauro, la copia del Cenacolo di Leonardo realizzata su arazzo fra il 1505 e il 1510, commissionato dal re Francesco I di Francia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia propone il laboratorio educativo dedicato a Leonardo, uno dei primi interattivi, aperto negli anni ’90; la mostra Leonardo da Vinci Parade, una festa in cui si esibiscono in parata sul palco del Museo modelli e affreschi, in un accostamento insolito di arte e scienza.

Tanti altri gli appuntamenti in calendario, dall’esposizione dei disegni preparatori del Cenacolo provenienti dalla raccolta di Windsor, al Convegno internazionale di studi sull’ultimo decennio della vita di Leonardo realizzato dall’Ente Raccolta Vinciana; dall’esposizione dei fogli più significativi del Codice Atlantico all’Ambrosiana alle opere contemporanee ispirate all’Ultima Cena, alle letture al Piccolo Teatro dei testi di Fernanda Wittgens con Sonia Bergamasco.

Per maggiori informazioni: milanocastello.it