bookcity milanodabere

Il successo di Bookcity in formato digitale

Si conclude un’edizione davvero speciale di digitale con un grande successo di pubblico. L’emergenza sanitaria in corso ha spostato la manifestazione dedicata ai libri e ai lettori completamente online ma questo non ha fermato l’amore per le storie da raccontare

Si è conclusa domenica 15 novembre la nona edizione di Bookcity Milano, la manifestazione, dedicata al libro e alla lettura. Quest’anno, per ovvie ragioni a tutti tristemente note, si è svolta interamente in streaming. Com’è andata? L’edizione di Bookcity digitale è stata un’edizione dai grandi numeri. I personaggi coinvolti?Editori grandi e piccoli, librai, bibliotecari, autori, traduttori, grafici, illustratori, blogger, studenti, professori, lettori occasionali o forti, di ogni età.

I numeri. 2.071.400 ad oggi le visualizzazioni video; 550mila e passa le persone raggiunte dai canali proprietari di BookCity Milano dove si è svolta la manifestazione. 570mila circa le visualizzazioni dei contenuti pubblicati sui social. E poi ancora 678 eventi; 500 ore di programmazione online; 260 case editrici coinvolte;
782 libri presentati. In altre parole, è opportuno precisare che, in questo periodo in cui il mondo digitale sembra avere la meglio, spesso anche necessariamente, la passione per la lettura ancora è un grande punto di forza destinato, fortunatamente, a non spegnersi mai.


Le dichiarazioni

L’edizione digitale 2020 di BookCity Milano è stata ricca di sorprese e di soddisfazioni. È stata, prima di tutto, l’occasione per raggiungere pubblici diversi e lontani. Mettendo a loro disposizione una grande quantità di contenuti. Inoltre, tutti coloro che non hanno potuto seguire gli eventi direttamente lo potranno fare in un momento successivo accedendo al sito. In questa edizione abbiamo purtroppo dovuto fare a meno del contatto diretto con il pubblico. Ci sono mancati i sorrisi, gli applausi, le chiacchiere. L’entusiasmo dei volontari e tutto ciò che caratterizza una manifestazione dal vivo. Abbiamo però sentito l’affetto, la solidarietà e il sostegno dei partner, delle istituzioni, di tutti i soggetti che rappresentano la filiera del libro e, soprattutto, del pubblico”. Così dichiara il Comitato di indirizzo di BCM.

A questi numeri vanno ovviamente aggiunte le visualizzazioni e le interazioni sui canali (siti, Facebook, YouTube, Instagram, Zoom…) degli editori, delle associazioni, delle librerie e di tutte le realtà che hanno partecipato. E non è ancora finita. #BCM prosegue la sua attività con periodici appuntamenti per realizzare il progetto La Lettura Intorno nei quartieri di Milano, con BookCity per le Scuole e BookCity Università.