bookcity milanodabere

I libri da leggere in quarantena, i consigli

Il periodo è perfetto per dedicarsi alla lettura. Dalle iniziative del Comune di Milano alla riscoperta di Sepulveda. Fino ai consigli dalle case editrici più amate: ecco una serie di da leggere in

I libri da leggere in quarantena devono farci sorridere e quindi distrarci? Devono farci viaggiare verso mete lontane, sostituendo così quel bisogno di partire così forte in molti di noi? Non esiste nessuna risposta. Esiste un tempo più malleabile da gestire, quello di questo periodo storico, in piena emergenza sanitaria. Dal web, dunque, sono tanti i consigli di lettura per chi ha voglia di avere la compagnia di un buon libro. Le occasioni sono le più diverse. Ecco alcuni suggerimenti sui libri da leggere in quarantena per chi è ancora indeciso e quindi in cerca di ispirazione.

Libri da leggere in quarantena: storie di donne e di Milano

Parte con un regalo molto apprezzato il festival Milano da leggere 2020. Dieci libri digitali di dieci donne, dieci storie legate a Milano. Una selezione valida fino a giugno, gratuita e tutta al femminile. Maggiori informazioni qui.


La riscoperta di Sepulveda

Scomparso di recente all’età di settant’anni, lo scrittore cileno simbolo del Novecento aveva contratto il Coronavirus. La sua eredità è un’ampia sezione della letteratura della nostra epoca, con forti messaggi sociali e politici. Oppure, un forte senso dell’amicizia, dell’amore, della rivincita dei più deboli, come in Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare. Qui i nostri consigli.

Vips-tips

La casa editrice Feltrinelli lancia, sul suo canale Instagram, una serie di consigli a cura di alcuni volti nomi del mondo dell’arte. Ognuno suggerisce un consiglio di lettura. Cantanti, musicisti, influencer, divoratori di libri, a ciascuno il suo. Ci piace, tra i tanti, il consiglio di lettura del leader del gruppo Eugenio in via di Gioia:

I libri da leggere in quarantena secondo Sorrentino

Il profilo Instagram del regista premio Oscar Paolo Sorrentino è un tripudio di suggerimenti letterari. La Ginzburg, Tobias Wolff, oppure, consigliatissimo, Un uomo vero di Tom Wolfe, da tenere sul comodino.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Cannes 2011 @davidbyrneofficial @festivaldecannes

Un post condiviso da paolo sorrentino (@paolosorrentino_real) in data:

Recensioni veloci di libri

Non ne abbiamo la certezza ma l’idea dovrebbe essere di Alessandro Cattelan, voce radiofonica e volto televisivo del momento. Se non va a lui l’origine di questa trovata geniale, di sicuro è lui che l’ha diffusa su Instagram. La mania è la seguente: si fotografano i libri sul comodino e si attribuisce, per ciascuna lettura, una recensione velocissima. Una parola sola, o un emoji. E il gioco è fatto. Fate la prova e cercate l’hastag #recensionivelocidilibri su IG, c’è l’imbarazzo della scelta.

Leggi anche:

Regione Lombardia, le librerie restano chiuse
La curiosa classifica dei libri più letti in quarantena