A Milano chiusa la libreria più amata da Inge Feltrinelli

Definitivamente chiusa la libreria della casa editrice Feltrinelli in via Manzoni a Milano. Al suo posto, un brand di moda e di lusso. Il negozio, tra gli storici della città, era il preferito da Inge Feltrinelli

Là dove c’era la Feltrinelli in via Manzoni ora c’è una saracinesca abbassata. Un avviso permette di capire che al posto della storica libreria di Milano, la più amata da Inge Feltrinelli, sorgerà l’ennesimo marchio del lusso. Siamo a due passi da via Montenapoleone, tra il quadrilatero della moda e Corso Vittorio Emanuele. Proprio di fronte al mastodontico Abercrombie. Qui sorgeva la storica libreria Feltrinelli di Via Manzoni, appunto, la prima ad aprire in città nel 1957. Si contano dunque ben 62 anni di attività che hanno fatto della libreria un vero e proprio punto di riferimento culturale della nostra città.

I grandi nomi che sono passati dalla storica libreria

La letteratura straniera il suo cavallo di battaglia e la sua sede ha rappresentato un punto di incontro e di passaggio di personalità di spicco come Umberto Eco o Stefano Benni. Non solo, tra questi, si vedeva spesso anche Inge Feltrinelli, editrice e fotografa, volto di Milano, scomparsa un anno fa. La Feltrinelli di via Manzoni si trovava proprio a pochi metri dalla sua abitazione e i passanti spesso la potevano notare al di là delle vetrate della “sua libreria”, a consultare i libri, a chiacchierare con il personale, a partecipare agli eventi.


I libri sono tutto, sono la vita (Inge Feltrinelli)

Chissà come prenderebbe la notizia, Inge Feltrinelli, di questo ‘passaggio obbligatorio‘. Così definisce infatti la chiusura la casa editrice Feltrinelli, di fronte alle numerose e continue trasformazioni di una città sempre in movimento. Costretta, ancora, a fare i conti con i numerosi interessi di cittadini e di turisti, sempre crescenti. Cambia il modo di fruire la cultura, così come, di conseguenza, i format delle librerie.

Inge Feltrinelli, un pezzo di storia della nostra città

Scomparsa il 20 settembre dello scorso anno (aveva 88 anni), Inge Feltrinelli ha segnato buona parte della cultura e dell’editoria italiana e non solo. Un nome tanto importante quanto misterioso. Scrive di lei Natalia Aspesi: “A pensarla oggi che sappiamo di non incontrarla più (…) Inge non ha mai parlato davvero di sé. Si è sempre difesa come in una fortezza impenetrabile però con bandiere e luminarie festose e colorate, chiacchierando di tutto“.

Fotografa, editrice, amica di scrittori e di intellettuali. Amava la moda e i gioielli. Soprattutto i libri: “I libri sono tutto, sono la vita“, sosteneva. La notizia della chiusura di un negozio storico, a cui era tanto affezionata, che conteneva dunque “la vita” l’avrebbe presa con rammarico, come i molti clienti affezionati. E, sicuramente, allo stesso tempo, con l’entusiasmo di chi porta il nome di una casa editrice che si adegua ai tempi, puntando sul futuro e sull’innovazione.

Scoprite QUI il nostro canale dedicato alla Cultura
Leonardo a Milano: il nostro Speciale con gli eventi da non perdere QUI