Museo del Novecento a Milano

Arte Social Instagram: il Museo del 900 apre le porte su IG

L’isolamento forzato al quale ci costringe l’emergenza ci sta facendo sentire tutti un po’ più soli, spaesati, annoiati. Ma anche più che mai connessi, grazie alla tecnologia digitale, al web e ai social. Strumenti che anche i musei hanno scelto per tenere aperte le porte al pubblico. Social Instagram. Il Museo del Novecento regala una pillola di al giorno sul suo canale Instagram

Arte Social Instagram. Il Museo del Novecento conserva una straordinaria collezione di opere di arte italiana del ventesimo secolo. E di cui il Quarto Stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo è la più rinomata. Ma l’istituzione milanese, situata all’interno del Palazzo dell’Arengario, adiacente a Palazzo Reale, ospita molti altri capolavori.

L’allestimento dedicato alle avanguardie internazionali espone, fra gli altri, dipinti e opere di Picasso, Klee, Kandinskij e Modigliani. Per quanto riguarda, invece, il Futurismo custodisce preziose opere di artisti quali Boccioni, Balla, Depero, Carrà, tanto per citarne alcuni. E poi, maestri come De Chirico, Morandi, Martini ed anche Burri, Merz. E Lucio Fontana, al quale è dedicato l’ultimo piano dell’Arengario.


A causa dell’emergenza Coronavirus, le porte del museo di piazza Duomo resteranno chiuse fino a nuove disposizioni. La chiusura forzata non impedisce però agli appassionati d’arte di visitare le sue gallerie, anche se virtualmente. Il museo, fra i sostenitori della campagna #IoRestoACasa e #facciamocicompagnia, ha infatti traslocato sui social. Giorno per giorno, dalla pagina di Instagram racconta i capolavori della sua collezione. Permettendo così all’arte di farci compagnia e di tenerci impegnati in modo intelligente.

Si può così scoprire l’affascinante storia e il percorso che hanno compiuto le opere prima di arrivare a noi oggi. Opere di grande valore come lo Studio di figura femminile di Boccioni; l’Odalisca di Matisse; La Rue-des-Bois di Picasso. E ancora, Beatrice Hastings di Modigliani e Margherita di Antonio Donghi, giusto per citare qualche esempio.

 

Visualizza questo post su Instagram

 


Leggete anche:
Jova House Party, il format su IG di Lorenzo Jovanotti
Musei online: #IoRestoACasa, l’arte arriva a domicilio
La cultura non si ferma: le sessioni di Mibact