Art To The People, Pirelli HangarBicocca. L’arte sempre e per tutti

Pirelli HangarBicocca, Art To The People. L’arte non si ferma e si impegna per fronteggiare le difficoltà. Lo spazio amplia e mette a disposizione del pubblico la sua proposta digitale: approfondimenti, street view, contributi di artisti e molto altro. Disponibile inoltre il nuovo calendario con le date alla riapertura degli spazi espositivi

Le strutture museali sono al momento chiuse, ma questo non significa rinunciare alla cultura. Pirelli HangarBicocca, infatti, non sacrifica il suo spirito: Art To The People, sempre. Nata come una fondazione no profit, si è sempre canonizzata come un’istituzione dedicata alla produzione e promozione di arte contemporanea e non ha intenzione di fermarsi. Supera i confini spaziali e fa comunque sentire la sua voce, il suo impegno e la sua inclinazione progettuale. In questo momento di crisi sanitaria l’unione risulta fondamentale, tutti devono poter ancora fare arte. Perseguendo questo obiettivo corale, Pirelli HangarBicocca diffonde la sua proposta digitale: approfondimenti, street view, contributi di artisti e anche nuovi progetti come playlist musicali e idee ri-creative.

Molti sono i contenuti e i temi che verranno proposti nel palinsesto digitale distribuito sui principali social network come Instagram, Facebook e Twitter. Art To The People come imperativo. Tra i progetti è prevista la creazione di un nuovo profilo Pirelli HangarBicocca su Spotify dove artisti condivideranno con il pubblico playlist della loro musica di riferimento e il loro immaginario sonoro. La musica entra metaforicamente nel museo che a sua volta arriva direttamente nella nostra intimità domestica.


Inoltre, gli utenti potranno fare esperienza, attraverso la piattaforma Google Arts & Culture, della Street View a 360°, esplorando l’opera permanente I Sette Palazzi Celesti di Anselm Kiefer e passeggiando virtualmente tra le installazioni luminose di Cerith Wyn Evans.

In attesa della riapertura, cominciamo a sognare

Con l’obiettivo di continuare a garantire continuità alle mostre, la qualità dei progetti espositivi e la gratuità dell’ingresso per tutti, Pirelli HangarBicocca ha inoltre rivisto l’intero calendario. Appena sarà possibile la riapertura degli spazi, i visitatori potranno tornare ad ammirare la mostra The Illuminating Gas di Cerith Wyn Evans che sarà visibile fino al 26 luglio. Poi ancora fino al 19 luglio The eye, the eye and the ear di Trisha Baga. Infine, la mostra dedicata a Chen Zhen  prevista ad aprile 2020 sarà posticipata al prossimo autunno. Molte altre le sorprese e le iniziative perché, lo ripetiamo, l’arte non si ferma.

Leggi anche:

Mudec Delivery, il Mudec in digitale
Musei digitali, come ammirare l’arte in streaming
Museo del 900, la sua storia su Instagram