Al via Milano Arch Week 2020: il programma

2020, quarta edizione. Un dialogo attivo tra modalità digitali e fisiche, nelle sedi di Triennale Milano, Politecnico di Milano e , che mette al centro la prospettiva femminile sullo spazio – urbano e non – indagandone potenzialità e limiti rispetto alle sfide epocali del nostro presente

L’emergenza sanitaria, la crisi climatica, la presenza sempre più pervasiva della tecnologia, la trasformazione degli spazi e dei luoghi dove crescere, le forme di cittadinanza e di comunità. Le grandi protagoniste dell’architettura internazionale e i loro studi. Tutto questo di trova al centro di Milano Arch Week 2020. Dal 18 al 20 settembre.

La manifestazione dedicata all’architettura, alle trasformazioni urbane, agli spazi di cittadinanza e al futuro delle città con la direzione artistica di Stefano Boeri, Presidente di Triennale Milano, e il contributo scientifico del Politecnico di Milano. Milano Arch Week 2020 è promossa da Triennale Milano insieme a Comune di Milano e Politecnico di Milano, in collaborazione con la Fondazione Feltrinelli.


Dopo il grande seguito che ha avuto la Milano Arch Week Marathon lo scorso maggio, la manifestazione torna live. Siamo nelle sedi di Triennale Milano, Politecnico di Milano e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli. Non manca, naturalmente, anche un’espressione digitale.

La voce delle donne

Grandi protagoniste dell’architettura internazionale. Izaskun Chinchilla (Spagna), Odile Decq (Francia), Elizabeth Diller (Diller Scofidio + Renfro, USA). Lina Ghotmeh (Libano/Francia). Momoyo Kaijima (Atelier Bow-Wow, Giappone). Anupama Kundoo (India), Benedetta Tagliabue (Italia/Spagna). Martha Thorne (Spagna), oltre a Juan Navarro Baldeweg (Spagna). Steven Holl (USA), Arjun Appadurai (USA). Mimmo Lucano, già Sindaco di Riace, e all’attivista Aboubakar Soumahoro. Gli ospiti internazionali parteciperanno con delle lecture in live streaming.

L’inaugurazione di Milano Arch Week

Politecnico di Milano, venerdì 18 settembre alle ore 17. A seguire la lecture di Juan Navarro Baldeweg, protagonista della scuola madrilena e spagnola, organizzata in collaborazione con Fondazione Brescia Musei.

Per tutta la giornata di sabato 19 settembre in Triennale si terranno incontri, tavole rotonde e confronti, che nel pomeriggio verranno affiancati da una marathon online con gli ospiti internazionali.

Si inizia alle 10 con la conferenza Architettura e medicina: ripensare gli spazi della sanità. Dalle 11, nell’area del Teatrino del Giardino di Triennale, gli incontri sulla Strategia di adattamento Milano 2020 – che approfondisce lo scenario della ripartenza della città di Milano e propone alcune azioni, immediate o da programmare, nel post Covid-19 – nell’ambito di Milano Urban Center – Idee per Milano 2020.

Tra gli altri appuntamenti

Milano Strade Aperte, un itinerario in bicicletta alla scoperta dei nuovi interventi di urbanistica tattica del Comune di Milano. Il Giardino di Triennale (area Bosco) accoglierà gli incontri Table Game.

MAW Marathon – sul canale di YouTube di Triennale e sulle pagine Facebook di Milano Arch Week e di Triennale. Ancora, About a City in Fondazione Feltrinelli, per ripensare i luoghi in cui viviamo all’indomani della crisi.

Per gli appuntamenti in presenza: ingresso libero (nel limite dei posti disponibili). Per info e per il programma completo, consultare il sito a questo link.