Relax salino a Portorose e Pirano

Viaggio sulle tracce dell'oro bianco, dalle Saline di Sicciole alla Venezia slovena

I benefici del sale di Portorose e Pirano hanno attratto anche molte importanti celebrità del cinema internazionale. Qualche nome? Sophia Loren e Marcello Mastroianni, Orson Welles oppure il compositore greco Mikis Teodorakis.

Quarantasei chilometri di costa, stretti dall'abbraccio tra l'Italia e la Croazia, che custodiscono tutti i segreti del sale. Quarantasei chilometri e seicento metri, per essere precisi. Perché nella lingua di terra slovena che si affaccia sull'Adriatico conta ogni singolo centimetro. È qui che si alternano piccole cittadine caratteristiche, hotel di lusso, spiagge attrezzate e oasi naturalistiche. Il luogo ideale per trascorrere un lungo weekend dedicato al relax e alla cura di sé, dove il benessere prende tutte le forme del sale.

Da Portorose, vero regno del wellness con le strutture di LifeClass, fino a Pirano, un gioiello dalle influenze veneziane e asburgiche fiorito grazie al commercio del sale, passando attraverso l'aria salubre della riserva naturale delle Saline di Sicciole. Partiamo per un viaggio alla scoperta dell'oro bianco e dei suoi benefici, con qualche pausa per un massaggio rigenerante, per un impacco di fanghi marini o per un bagno nel mare primordiale. Di cosa si tratta? Scopriamolo - e rilassiamoci - insieme.

Una vista dall'alto di Pirano, caratteristica cittadina affacciata sull'omonimo golfo

Una vista dall'alto di Pirano, caratteristica cittadina affacciata sull'omonimo golfo

La bella vita nella thalasso spa delle saline di sicciole

Prima tappa, le Saline di Sicciole. In questa sconfinata distesa tutta vasche e silenzio la produzione del sale avviene in modo naturale, seguendo i ritmi delle maree e delle stagioni. È così che, secondo un metodo nato nel quattordicesimo secolo e mai cambiato, si raccoglie ancora a mano il pregiatissimo Fior di Sale e il Sale di Sicciole.

In questo luogo dove il tempo sembra essersi fermato, si incontrano uomini e donne che indossano i tipici cappelli di paglia e i tapperini, gli zoccoli usati per restare sul filo dell'acqua. Sembrano sospesi sulle vasche, come le centinaia di uccelli che vivono in questa riserva naturale.

La Thalasso Spa Lepa Vida si trova proprio nel cuore delle saline. Un'oasi di benessere dove l'acqua marina, il sale e i fanghi sono gli unici ingredienti utilizzati proprio per la thalassoterapia. Qui si possono provare tutti i benefici del clima marino, respirando l'aria salubre e immergendosi nelle piscine d'acqua salata. I trattamenti sono tutti a cielo aperto: ricoperti del fango delle saline, nerissimo e dall'elevata concentrazione di sali minerali, ci si stende sui lettini affacciati sul parco naturale e ci si lascia cullare dal suono dei richiami dei gabbiani.

Imperdibile l'esperienza del bagno nell'acqua madre. Conosciuta e usata da secoli, si tratta del liquido che rimane sul fondo dei bacini di sale dopo la raccolta: la madre di tutte le acque, non a caso. Un toccasana dalle forti proprietà curative, che rinforza il sistema immunitario e dona una pelle elastica e giovane. Un'ultima curiosità? Lepa Vida in sloveno vuol dire bella vita. Non abbiamo dubbi sul perché questa Thalasso Spa si chiami così.

La Thalasso Spa Lepa Vida si trova nel cuore del parco naturale delle Saline di Sicciole

La Thalasso Spa Lepa Vida si trova nel cuore del parco naturale delle Saline di Sicciole

Nel mare primordiale di Portorose

C'è mare e mare. Tutti conoscono la distesa adriatica, che bagna la cittadina di Portorose, centro termale e balneare e nota meta turistica già agli inizi del Novecento. In pochi però conoscono il mare primordiale. Di cosa si tratta? Settecento metri quadri di preziosa acqua marina con più di 42.000 anni d'età, conservata in una falda sotterranea per millenni e portata alla superficie nelle terme di LifeClass. Nuotare nel passato ha effetti benefici sulla salute e sulla pelle e ricarica con le proprietà saline accumulate in tutto questo tempo.

Portorose è anche il punto di incontro di culture del benessere provenienti da ogni angolo del mondo. Il centro di LifeClass, tra i più grandi d'Europa per l'offerta wellness, infatti, spazia da trattamenti bellezza della tradizione Ayurveda a quelli Thai, unisce i benefici della thalasso terapia a quelli del Sauna Park, ringiovanisce con un centro di bellezza e la Mediterranean Anti-Ageing Clinic.

Nel centro wellness degli hotel LifeClass ci si può immergere nel mare primordiale

Nel centro wellness degli hotel LifeClass ci si può immergere nel mare primordiale

Sulla via del sale. da Pirano agli allevamenti Fonda

Seguendo la via del sale, l'oro bianco che ha dato forma alla costa, non può mancare una visita a Pirano, una caratteristica cittadina incastonata tra il mare e i colli. Una piccola Venezia slovena dove aggirarsi nelle strette calli per poi spuntare nella pittoresca Piazza Tartini affacciata sul mare, punto d'incontro per locali e turisti e scenario di concerti e manifestazioni. Per una vista panoramica ci si inerpica sulle stradine che conducono alla Chiesa di San Giorgio, sul colle che domina la città, dove lo sguardo spazia dalla costa italiana a quella croata.

La vivace piazza Tartini, a Pirano, è il cuore pulsante della cittadina affacciata sul mare

La vivace piazza Tartini, a Pirano, è il cuore pulsante della cittadina affacciata sul mare

Aguzzando la vista, si possono intravedere boe, reti rotonde e un alternarsi di barche. Sono gli allevamenti ittici Fonda, poco lontani dalle Saline di Sicciole, dove viene prodotto il branzino servito in numerosi ristoranti della zona e non solo, allevato secondo metodi sostenibili e nel rispetto più assoluto dell'ecosistema marino. Una visita qui è un'esperienza unica anche per chi non è appassionato di ittica: in barca, in canoa o in kayak si può arrivare a sfiorare le reti dove sono allevati i pesci e magari da lì fare un tuffo in mare aperto.

E per concludere il viaggio, un assaggio delle specialità della cucina istriana: branzino cotto in crosta di sale o al cartoccio, accompagnato dall'olio extra vergine d'oliva prodotto negli uliveti sloveni, arricchito anche da un pizzico del Fior di Sale di Pirano. Il benessere è al sapore di sale. Persino a tavola.

Gli allevamenti Fonda con le Saline di Sicciole sullo sfondo

Gli allevamenti Fonda con le Saline di Sicciole sullo sfondo

informazioni utili:

  • Come arrivare:
    • Da Milano la Slovenia si raggiunge facilmente in autostrada in poco più di quattro ore di macchina. Stessa durata per chi vuole spostarsi in treno da Milano a Trieste. Da lì si raggiunge Portorose (che si trova a soli trenta chilometri dopo il confine) con un servizio di pullman giornalieri da Trieste verso la Slovenia. Su prenotazione, le strutture alberghiere di Portorose e Pirano organizzano dei servizi navetta da Trieste all'hotel.
  • Dove dormire:
  • Dove mangiare:

Correlati:

www.portoroz.si