La città si fa palestra

Il trekking urbano è un modo per tenersi in forma scoprendo la propria città

Le belle giornate sono arrivate e con loro la voglia di stare all'aria aperta. La soluzione? Il trekking urbano, o urban walking. Si può praticare ovunque: nel proprio quartiere, in centro, in collina, lungo i fiumi. La cosa importante è indossare scarpe comode, liberare la mente dai pensieri e godersi lo spazio circostante. Ci si mantiene in forma ma soprattutto si recupera l'equilibrio perso con lo stress quotidiano.

CAMMINARE FA BENE - Uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism ha sottolineato che il tipo di camminata che consente di bruciare più grassi è quella che tiene una velocità costante di 4 Km/h. In pratica, la velocità media di quando si passeggia. Niente di più. Nessuno sforzo particolare. Facendo due conti, 40 minuti di passeggiata permettono di perdere circa 140 calorie. Non male se si pensa di praticarla con una media di 2-3 volte alla settimana. Magari aumentando le difficoltà, seguendo itinerari che prevedono scalinate e salite, per esempio. Il trekking urbano è, inoltre, una pratica sportiva che funge da ottimo antidoto alle malattie moderne. È risaputo che camminare faccia bene alla circolazione e al cuore e che aiuti a combattere depressione, obesità e diabete. Per questo è uno sport adatto davvero a chiunque. Si può praticare in qualunque momento dell'anno e del giorno.

CONOSCERE LA CITTÀ - Restare in forma è il primo vantaggio del trekking urbano, ma non l'unico. Il secondo, non meno importante, è legato al concetto di turismo "vagabonding", più libero e ricco di sorprese, che privilegia panorami e monumenti meno conosciuti. O magari gli stessi luoghi della città in cui si svolge normalmente la nostra vita quotidiana. Provate a riflettere quanto spesso vi sentite estranei al vostro luogo di vita. A causa dei ritmi molto serrati percorriamo le solite strade nei soliti tempi e con i soliti ritmi. Basta poco per cambiare atteggiamento. Con le passeggiate in città si possono scoprire angoli meno noti e magari percorsi alternativi anche per andare al lavoro. Provateci!

QUALCHE INFO – Se volete qualche informazione in più potete consultare il sito www.trekkingurbano.info. Se invece cercate itinerari insoliti a Milano cercate la guida "Cammina Milano" di No Reply. La trovate in libreria a 16 euro.