Io penso positivo

Nasce il primo Mental Fitness Institute, per stare meglio pensando al meglio

Non è una spa. E non è neppure uno studio medico. Il Mental Fitness Institute è un centro specializzato per il raggiungimento del benessere mentale. Fondamentale per la salute totale. Insomma, niente massaggi ma messaggi di fiducia per combattere stress e stanchezza. Niente percorsi wellness, ma un programma finalizzato ad armonizzare la personalità.

FILOSOFIA - Il principi sui quali si fonda il progetto Mental Fitness? Rigorosamente scientifici. Radicati in due assunti di base importanti. Il primis, un "prevenire è meglio che curare" applicato alla psiche. In secondo luogo, la certezza che il benessere fisico sia diretta conseguenza di un equilibrio mentale. Il metodo utilizzato? Preciso. "Mediante l'applicazione del metodo Psicofitness verranno valutate le aree principalmente connesse con il benessere mentale" spiega il prof. Giampaolo Perna, direttore scientifico del Mental Fitness Institute di Milano. Oggetti di studio sono quindi la personalità, gli stili di vita, la gestione dei conflitti e dello stress, la comunicazione con l'altro sesso e le capacità esecutive e decisionali. Al fine di individuare i punti di debolezza e mettere in atto le strategie atte a rafforzare e riequilibrare il modo di pensare.

FINALITÀ - Diventare ciò che si è davvero. Perché troppo spesso i ritmi della moderna società conducono lontano dal nostro reale essere ed esistere, mettendo in affanno tutti i sensi. "Il Mental Fitness promuove una condizione chiamata resilienza, vale a dire la capacità umana di affrontare le avversità della vita, superarle e uscirne rinforzati o, addirittura, trasformati", afferma il dottor Alfredo Formosa, ideatore del progetto. In pratica, sviluppare uno stato positivo del fare, agire e pensare per stare meglio con noi stessi e con gli altri.

MODALITÀ - Anzitutto si fissa un appuntamento in istituto. E si fa lo screening: 30 minuti con il medico specialista per valutare il da farsi, ovvero se proseguire oppure no (se non ci sono particolari problematiche). Secondo step: il check-up mentale della durata di tre ore, con quattro professionisti del settore, per analizzare ben bene i diversi aspetti dela personalità. E poi? Si dà il via al percorso di riequilibrio, andando ad agire su alimentazione, abilità negoziali, gestione dello stress, comprensione dell'altro sesso e potenziamento degli aspetti caratteriali deboli. Come? Grazie a suggerimenti, incontri e attività programmate ad personam, in perfetta sintonia con i ritmi di vita quotidiani. Ma migliorando il metronomo mentale.

Correlati:

www.mfimilano.com
www.psicofitness.com