In gamba!

Per sentirsi come gazzelle anche in estate

Costringere le gambe in un paio di jeans d'estate è un'impresa impossibile. Largo allora a minigonne, mini-abiti e hot-pants. Ma come fare se gli arti inferiori non sono in forma come vorremmo? Se invece di essere agili e scattanti, sono pesanti come fossero sacchi di patate? Se i capillari sono aumentati? E se la cellulite non dà tregua?

GAMBE BELLE DENTRO... - Appena inizia a far caldo gli arti si fanno visibilmente gonfi. Sappiate che non siete le uniche a soffrire di questa problematica: l'insufficienza venosa colpisce circa 7 milioni di italiani, con una maggiore prevalenza delle donne. Per contrastarla, oggi esistono integratori mirati. Al problema, l'azienda Dr. Taffi ha dedicato Capillar Stop Perle Vegetali: 40 perle realizzate con un mix di principi attivi in grado di ridurre la fragilità e la rottura dei capillari, oltre che di aiutare il drenaggio del sistema linfatico e migliorare il microcircolo del reticolo sottocutaneo. Tra gli ingredienti? L'olio di pesce, che favorisce la fluidità delle membrane cellulari, e il ginko biloba, che incrementa la tonicità e l'elasticità dei capillari. Ma soprattutto, la vite rossa, preziosissima per il benessere delle gambe e capace di combattere la cellulite; e il mirtillo nero, che tonifica e contrasta i radicali liberi. Il prodotto si acquista in erboristeria e farmacia a 13 euro e può essere usato in sinergia con Capillar Stop Crema Gambe, della stessa linea.

...E BELLE FUORI – Per un effetto immediato contro la fatica e il gonfiore, ideali sono anche le creme e gli spray. Come lo Spray Gambe Pesanti e Affaticate di Elancyl. Un trattamento che sfrutta le proprietà decongestionanti di rusco e viburno, insieme al potere del massaggio. Basta applicare il prodotto mattina e sera, sulle gambe allungate e leggermente piegate, e massaggiare dal basso verso l'alto, esercitando una pressione ferma e avvolgente, fino all'assorbimento (in farmacia a 18 euro).

CON I PIEDI NELL'ACQUA – Qualche consiglio in più per sentirsi leggeri? Alle gambe fa bene l'acqua. Lo sostenne per primo l'Abate tedesco Sebastian Kneipp, nel 1800. Seguire il suo consiglio è semplice. Quando si è sotto la doccia, serve dirigere il flusso (prima tiepido e poi più fresco) su una gamba e a seguire sull'altra (partendo dalla pianta del piede fino alla coscia). Un altro metodo consiste nell'immergere i piedi prima nell'acqua calda (per cinque minuti) e poi nell’acqua fredda (per altri cinque minuti): così si riattiva la circolazione. E se avete in progetto un weekend al mare, concedetevi una lunga passeggiata con i piedi a bagno: il massaggio delle onde sarà un vero toccasana.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati