Ciocche di coccole

Remise en piega da Fish and Chips, dove il benessere accarezza i capelli

È chic ma non è kitsch. E non è neppure una friggitoria. Perché qui, l'olio, al massimo, viene fatto scivolare su collo, mani e polsi. Fish and Chips è un luogo diverso, "altro", fuori dal coro. Fuori dai luoghi comuni del trucco e parrucco. Un salone di bellezza dove il pettinare diviene ben stare. E dove la semplice cura dei capelli sublima in una vera e propria formula di benessere. Sia per lui che per lei.

COMODI COMODI - Il locale è luminoso, con i suoi soffitti alti, i pavimenti in parquet e le pareti giocate nei toni del bianco e del grigio. L'architetto Stefano Longoni ha saputo sfruttare perfettamente gli spazi, creando un ambiente elegante e al contempo accogliente. Il resto lo fanno i dettagli: musica new age e jazz di sottofondo, cascata d'acqua incastonata in un vetro trasparente e sedute super rilassanti. Nonché alquanto sui generis. Sono infatti le classiche poltroncine da barbiere: due in pelle e ceramica, recuperate da un collezionista di modernariato; altre cinque, invece, anni Ottanta, con tanto di schienale reclinabile. Ideale per un po' di relax durante taglio e piega. Senza contare quelle destinate alla zona lavaggio: di un bianco candido e automassaggianti. Per rigenerarsi durante il momento dello shampoo.

ESTRO E PASSIONE - L'arte ce l'ha nel sangue. E anche nel Dna, visto che pure il padre è parrucchiere. La strada, però, se l'è tracciata da sé, a colpi di forbici e spazzola. Simone Rubertelli, il geniale titolare, non ha mai dato nulla per scontato. Anzi, ha studiato in accademia a Londra, si è trasferito per un po' di tempo negli Stati Uniti, ha lavorato nei backstage delle sfilate e ha gestito per una decina d'anni un negozio a Porto Cervo. Poi, ha metabolizzato l'ipotesi di mettersi in proprio. E ce l'ha fatta, realizzando una location alternativa ma dalla solida filosofia. "Per noi sono fondamentali il metodo e il servizio" ama precisare Simone. "Lavoriamo sulla personalizzazione, cercando di capire le esigenze del singolo individuo". E lo si capisce notando che in 150 metri quadri compaiono solo dieci sedute, ben distanziate l'una dall'altra, al fine di preservare oltremodo la privacy.

DOLCI RITUALI - Se il rito dell'acconciare potrebbe sembrare del tutto normale, da Fish and Chips è il modus operandi a non risultare banale. Ecco allora il camice nero da indossare; il tè alla menta e liquirizia da sorseggiare mentre si decide come farsi pettinare (a disposizione ci sono riviste, book e un'intera collezione vintage di Vogue da sfogliare per lasciarsi ispirare); il massaggio alla cute; il piacevolissimo panno caldo sulla testa; il trattamento distensivo al viso con il tonico; il ritocco del trucco; gli aromi degli oli essenziali da annusare; e poi le tisane, gli infusi, il caffè, i biscottini e il cioccolato (firmato Richart e presentato ogni settimana in un gusto diverso) da assaporare. Tanto, il "bancone bar" è a libera disposizione degli ospiti. Piccole gocce di serenità che regalano un benessere olistico, suggellato dall'utilizzo dei prodotti a marchio Aveda, naturali al 100% perché ottenuti da fiori e piante. Cosmetici benefici che spaziano dagli shampoo ai conditioner (districanti, riparatori e così via), dalle colorazioni ai trucchi. Sì, perché qui anche il make up è eseguito a regola d'arte, così come manicure e pedicure (pure in versione french), applicazione e tintura delle ciglia, depilazione e trattamento occhi-viso, da un'esperta estetista che giunge su appuntamento.

COME TU LI VUOI - Simone non segue le tendenze. Ed è questo il suo punto di forza. Per lui il capello deve essere eclettico e rispecchiare la personalità di chi lo "porta". Può apparire assolutamente naturale, ma può risultare anche estremamente stravagante se vuole comunicare qualcosa di particolare. Dipende. Lui, comunque, usa tutte le armi per raggiungere un ottimo risultato, avendo cura dell'asciugatura, sempre e seguita con phon a bassa velocità e poco rumorosi, ferri e piastre in ceramica e caschi dell'ultima generazione. Come quello ad aria calda e raggi infrarossi, che evita di traumatizzare la chioma. Ma di idee per la testa, in lista, ce ne sono tante: high lights (colpi di sole) e low lights (colpi di scuro), mèches, balayages, velature, trasparenze, pigmentazione, decapaggio nonché effetto volume, effetto liscio ed effetto riccio. Infatti Simone sta rilanciando, e svecchiando, la vecchia permanente, fruendo di ferri e bigodini di ogni foggia e misura.

AL CUORE DEI CAPELLI - Si rifanno ai quattro elementi naturali (terra, aria, acqua e fuoco) i tre trattamenti hair spa per cute e punte: ristrutturante, antigrasso e stabilizzante. E sono studiati su misura del singolo cliente i pacchetti hair&soul, corredo virtuoso scandito da una serie di passaggi, e massaggi, a testa e mani.

ORARI E PREZZI - Il salone di bellezza è aperto dal lunedì al sabato con orario continuato dalle 10 alle 20. I prezzi? Per shampoo, taglio e piega ci vogliono circa 65 euro. Coccole incluse.