Weekend a L'Aia

A spasso nell'elegante e ospitale città dei Paesi Bassi, tra edifici storici e negozi alla moda

Giustizia, pace e diplomazia: pensando a L'Aia, vengono subito in mente il Tribunale internazionale, il Parlamento olandese e la casata degli Orange-Nassau. Dietro questa veste impegnativa e formale, però, si cela un animo trendy e rilassato. Lo dimostra la sorprendente quantità di boutique, atelier e caffè che rapiscono il visitatore in un dedalo di quartieri e stradine. Qui i negozi sono aperti 7 giorni su 7, e la vasta rete di piste ciclabili e aree pedonali rende l'hofstad ("la città della corte reale") la meta perfetta per un fine settimana di shopping e divertimento.

LOCALE E INTERNAZIONALE - Il tour inizia con una location d'epoca, De Haagsche Passage: costruita nel XIX secolo, è la galleria commerciale più antica dei Paesi Bassi e ospita negozi di scarpe e tecnologia, articoli per la casa e sale da tè. Da lì si raggiunge la Maison de Bonneterie, raffinato department store con abbigliamento per uomo, donna e bambino. Tra gli scaffali, marche locali come Maison Scotch e Goosecraft e griffe internazionali, da 7 for all Mankind a Marc Jacobs. In Papestraat, fermatevi nella boutique del sorridente Michael Barnaart Van Bergen. Unendo i suoi studi in graphic design a influenze provenienti dal cinema e dai fumetti, il giovane stilista olandese realizza collezioni donna che esaltano le forme del corpo grazie a capi ironici e femminili. Il suo motto? Comodità, eleganza e prezzi accessibili (il costo medio di un abito va dai 200 ai 300 Euro). Se amate i tagli sartoriali e le linee minimal, immancabile una visita da Sjaak Hullekes, nell'elegante Denneweg: nato come temporary shop, è ormai una realtà consolidata che propone capi maschili e intimo ricercato. Il segreto? Lavorazioni artigianali, allure vintage e materiali di qualità.

NON SOLO BOUTIQUE - Anche lo shopping, si sa, richiede una buona dose di energia. Tra un acquisto e l'altro, potete rifugiarvi da Lola, lungo Noordeinde. Curioso ibrido tra negozio di bici e caffè, è un locale accogliente e informale nato dalla creatività di due amici, un designer e un amante di due ruote. Tra le proposte, provate il Kampala Gold, la miscela della casa: prodotta in Uganda, fa parte di un interessante e appassionato progetto di promozione del ciclismo tra i bambini africani. Da sorseggiare assaporando una delle torte homemade che fanno capolino dal bancone. Conclude la giornata una cena nello storico ristorante 't Goude Hooft, che si dice fosse il luogo di ritrovo dei cavalieri. Ora, dopo il restyling del 2012, è una location sofisticata dove assaporare gustose portate di carne e di pesce. Prima di tornare in hotel, se il volubile clima olandese lo consente, concedetevi una passeggiata romantica lungo l'Hofvijver, il laghetto su cui si affaccia il complesso medievale del Binnenhof, sede del Parlamento. Con il buio, le luci che si riflettono sull'acqua e sugli antichi muri degli edifici creano effetti davvero suggestivi.