Stuttgart, Inno alla Gioia (e alla birra e alle auto)

Stoccarda, la capitale del Baden-Württemberg, tra invenzioni storiche, opere d'arte e castelli

«Stoccarda è una bella città, Stoccarda è in fondo alla valle dove le ragazze sono belle ma anche crudeli (Hermann Hesse)»

Ci sono un'automobile, un reggiseno e una pinta di birra. Non è l'inizio di una barzelletta, sono le invenzioni di Stoccarda, capitale del Baden-Württemberg e dell'omonimo distretto, Germania meridionale.

La città tedesca delle invenzioni perché qui, a due passi dalla Foresta Nera, Ferdinand Porsche ha impiantato il nucleo dell'azienda che porta il suo cognome. Ancora, qui si trova l'unico museo al mondo in grado di ricostruire 126 anni di storia dell'automobile, il Mercedes-Benz. E sempre a Stoccarda sembra essere stato brevettato per la prima volta l'indumento intimo femminile simbolo di libertà e sensualità.

Stoccarda, il museo Mercedes-Benz

Stoccarda, il museo Mercedes-Benz

E se i conti non tornano, basta berci sopra. Birra, naturalmente. A Stuttgart è possibile, in particolare tra agosto e settembre, durante il Cannstatter Volksfest.

Si tratta della festa della birra che la scorsa stagione ha accontentato oltre quattro milioni di persone particolarmente assetate, con il suo carattere genuino e divertente.

Il festival della birra è uno degli appuntamenti più attesi di Stoccarda

Il festival della birra è uno degli appuntamenti più attesi di Stoccarda

NON SOLO BIRRA. I MILLE FESTIVAL DI STOCCARDA

Nata come un allevamento di cavalli (Stutengarten) più di mille anni fa, oggi Stuttgart è immersa nel verde, tra vallate e vitigni, ed è nota per la sua solida base economica e culturale ma anche per quello spirito così dinamico che la contraddistingue e per la voglia dei suoi abitanti di fare festa. Non solo per omaggiare la birra. Stoccarda è conosciuta per il Festival della Primavera che anima ogni anno la sponda del fiume Neckar in corrispondenza della Ruota Panoramica.

Oppure per la rassegna internazionale che celebra il cinema d'animazione. E poi la sagra del vino, i mercatini di Natale, le celebrazioni d'estate nei giardini del castello intorno al laghetto Eckensee o il coloratissimo Christopher Street Day, versione tedesca del Gay Pride che a luglio riempie di vivacità le strade di Stoccarda a suon di parate e musica (musica pop, logicamente).

Dinamica, vivace, ideale per lo shopping. Stoccarda, non solo automobili

Vivace e ideale per lo shopping. Stoccarda, non solo è automobili ma anche divertimento e tempo libero

PIAZZA SCHILLER E LA PINACOTECA DI STATO

La vita è seria, l'arte è gaia. Così scriveva nel suo Wallenstein Friedrich Schiller, poeta la cui statua si staglia al centro di Schillerplatz, piazza dedicata proprio all'artista e dove si affaccia il Castello Vecchio.

Non distante dalla Piazza del Castello, è possibile salire nel blu dipinto di blu del Kunstmuseum, il cubo di vetro della Galleria Civica. Dall'ultimo piano, la vista mozzafiato è degna di essere postata su tutti i profili Social del mondo.

Tra i tanti musei di Stuttgart, non si può non citare la Staatsgalerie, la Pinacoteca di Stato che racchiude gelosa una delle più belle collezioni d'Europa. Al suo interno, i più importanti pittori della scuola tedesca, fiamminga e italiana, fino ai capolavori dell'arte moderna, cubismo e impressionismo, meraviglie di Matisse, Modigliani, Mirò, Picasso, Klee, Chagall, Kandinsky.

Stoccarda, panoramica della Staatsgalerie, al suo interno anche opere di Picasso, Chagall, Kandinsky

Stoccarda, panoramica della Staatsgalerie, al suo interno anche opere di Picasso, Chagall, Kandinsky

STOCCARDA, PARADISO PER LO SHOPPING

Non solo automobili, arte e cultura. Stoccarda è l'ideale anche per qualunque fashionista. I più noti marchi della moda si trovano tutti nella Königstraße, i brand esclusivi intorno alla Stiftskirche e le boutique per i modaioli più esigenti nel Gerberviertel e intorno alle strade principali.

E per gli appassionati di antichità, da segnare in agenda una visita nel quartiere dei fagioli, il pittoresco Bohnenviertel. Insomma, ce n'è per tutti. Tornando a Schiller, un Inno alla Gioia.

Correlati:

www.stuttgart-tourist.it