Shopping Anversa

Per le strade della città belga, dove la moda è di casa

The Antwerp Six, ovvero i "Sei di Anversa". Sono Walter Van Beirendonck, Dirk Bikkembergs, Ann Demeulemeester, Dries Van Noten, Marina Yee, Dirk Van Saene. Mai sentiti? Sono i sei designer che nel 1988 decisero di tentare la fortuna a Londra, che grazie al loro stile concettuale e d'avanguardia, conquistarono il fashion system britannico, rendendo così la città di Rubens la capitale della moda, la terza per importanza d'Europa.

MODENATIE - Epicentro di tutto è da sempre il dipartimento moda della Royal Academy of Fine Arts, nel ModeNatie - l'edificio sulla Nationalestraat, sede anche del MoMu, il Museo della moda, a pochi passi da Grote Markt, la piazza principale, e i dipinti di Rubens nella cattedrale di Nostra Signora - vivaio di creatività che accoglie aspiranti stilisti da tutto il mondo, Italia compresa. È anche l'occasione per fare shopping nel Modebuurt, il "Quartiere della moda" com'è stata battezzata l'area intorno al ModeNatie, a cominciare da Nationalestraat, l'asse principale. Qui si trovano le boutique degli stilisti belgi più importanti, come Dries Van Noten, tra i preferiti di Michelle Obama, Walter Van Beirendonck, dal 2006 direttore dell'accademia di moda, i cui abiti vestono rockstar come Bono, e Anna Heylen che tre anni fa ha stabilito la sua Maison nei tre piani di una palazzina degli anni Venti del secolo scorso, all'ombra del grattacielo Oudaan dell'architetto anversese Renaat Braem, allievo di Le Corbusier.

LUNGO DE MEIR E NEL MODEBUURT - L'anima più popolare di Anversa è raccolta lungo De Meir, la principale via dello shopping delle grandi catene di moda commerciali. Per acquisti sartoriali ed esclusivi, invece, e tastare il polso alla nuova creatività bisogna andare da Ra, indirizzo culto nel Modebuurt, in Kloosterstraat, poco distante dal MoMu e Nationalestraat. Da quando ha aperto, nel 2009, per iniziativa di Anna Kushnerova e Romain Brau, ex alunni del dipartimento moda alla Royal Academy of Arts, lo store su due piani è un importante hub per giovani designer al debutto. Lo spazio, che è anche galleria d'arte e cafè ristorante, si raggiunge tagliando in Augustinenstraat e poi lungo la stretta Munstraat, fino a incrociare Kloosterstraat. La passeggiata è anche l'occasione per scoprire le botteghe di modernariato e mobili vintage per cui questa zona è nota, o incontrare la comunità fashion della vicina accademia nei numerosi cafè e bistrot. "Ci definiamo platform store, non il solito concept store ma una piattaforma di lancio per designer ancora studenti o appena usciti dall'accademia. Li facciamo conoscere, prima che vengano assorbiti nei team delle grandi maison di moda" precisa Manu De Ridder, manager dello store che da pochi mesi ha aperto una sede anche a Parigi (rue de la Corderie). Così, fra gli stand si spia lo stile dei next guru del prêt-a-porter made in Antwerp, stilisti come Cédric Jacquemyn, Lena Lumelsky, Simone Rocha, già lanciatissimi.

NOTTI CALDE NEL ZUID - Basta spostarsi poco più a sud sulla Nationalestraat e si entra in quella che si chiama, appunto, Zuid, cuore vibrante dall'aria bohemienne e centro della nightlife di Anversa, con la maggiore concentrazione di gallerie, locali, ristoranti e bistrot. Quasi una città nella città, che ha il suo centro in Leopold de Waelplaats, la piazza principale dominata dal KMSKA, il Museo Reale di Belle Arti, ora però chiuso per lavori di restauro (riaprirà nel 2017). La sua architettura imponente del XIX secolo, con tanto di colonne corinzie, e le case d'epoca, stridono con la silhouette invece contemporanea, aliena del nuovo palazzo di giustizia, progetto di Richard Rogers, che si intravede in lontananza, in Bolivarplaats. In alternativa al KMSKA si può puntare ai vicini Museo d'Arte Contemporanea (M HKA), interessante anche per l'architettura, in un ex silo per cereali, e FoMu, il Museo della Fotografia, in un vecchio deposito di inizio secolo scorso, verso le rive della Schelda. Zuid è anche il quartiere dove stanno nascendo gli atelier di tanti giovani designer indipendenti, qui attratti dagli affitti meno cari. Sono stilisti belgi, ma anche stranieri che dopo gli studi hanno scelto di restare ad Anversa. Come Izumi Hongo, originaria di Tokyo, 30 anni, tra le fashion designer di punta. Nove mesi fa ha aperto Salon Van Hongo, salottino intimo di 40 metri quadri con laboratorio dove espone, taglia e cuce le sue collezioni.

PER FASHION ADDICTED - Ma a Zuid stanno arrivando anche i master della moda belga. Di fronte al KMSKA, Ann Demeulemeester, stilista tra i Sei di Anversa, è stata la prima, undici anni fa, ad aprire. Nella boutique, i suoi abiti, dalle tinte rigorosamente in bianco e nero, vestono rockstar come Patti Smith. I prezzi sono inarrivabili. Meglio aspettare gli Antwerp designer stock sales, allora, la vendita promozionale che molti designer fanno due volte all'anno, in ottobre e aprile, oltre ai classici saldi di stagione. Oppure puntare agli outlet. Come Labels, il più noto, dove con un po' di fortuna si possono trovare abiti second hand e passate collezioni di Raf Simons, AF Vandevorst, Dries Van Noten, ma anche Lanvin e Balenciaga, a prezzi super scontati. Poco più avanti c'è anche Rosier, un po' più chic, con griffe del made in Belgio da Maison Martin Margiela a Ann Demeulemeester, Dirk Bikkembergs, oltre a Comme Des Garcons, Marc Jacobs, Jil Sander, e le vetrine dedicate agli emergenti come Kwon Yang Soon. Molte le fashion victim di ogni età che vengono qui a fare shopping. Tra un acquisto e l'altro, fanno pausa da Hippodroom, ristorante culto di cucina belga e francese, mentre a fine giornata si rilassano da Sips sorseggiando i cocktail vintagedi Manuel Wouters, stilista del gusto, oppure champagne al winebar & bistro The Glorious, che è anche un Inn di sole fashion suites. Anche per loro l'appuntamento hot dell’anno è a giugno, con il saggio degli studenti dell'accademia dove sbirciare lo stile made in Antwerp che verrà.

  • COME ARRIVARE 

  • In aereo 
  • Voli a/r per Bruxelles da Milano, Roma e altre città italiane con Brussels Airlines a partire da 89 Euro; Easy Jet: voli a/r da 36,48 Euro. In treno dall'aeroporto di Bruxelles ad Anversa con B-Rail (b-rail.be) si arriva in circa un'ora: andata da 19,80 Euro.

Correlati:

www.modenatie.com/