Chef's Cup Südtirol

Sciate golose

In Alta Badia, la Chef's Cup Südtirol tra le tante iniziative per i gourmand

Sciare si sa, è uno sport meraviglioso, ma costa fatica e attorno alle 13 non c'è nessuno che non inizi a sentire un certo languorino. In Alta Badia, da dicembre 2009 alla fine della stagione invernale, in 12 rifugi sulle piste del circuito sciistico Sella Ronda viene proposto un piatto ideato da uno degli chef stellati dell'Alto Adige. Addio quindi al solito panino per lasciar spazio a una portata degna di ripagare la giornata sportiva. Ma le iniziative non finiscono qui, soprattutto per i buongustai. Dal 17 al 19 gennaio 2010, inoltre, si volgerà la Chef's Cup Südtirol che vede oltre cento cuochi mettersi ai fornelli accanto a personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo per preparare piatti strepitosi.

PER COMINCIARE - Al pranzo preferite la colazione? Non c'è problema. Da quest'anno è possibile arrivare sulle piste prima di tutti gli altri, ammirare il gruppo del Sella e del Sassongher durante il sorgere del sole. A Col Alto, proprio alle spalle di Corvara, ogni martedì mattina il rifugio propone alle 06.50 o alle 07.20, la salita con il gatto delle nevi dal centro del paese. Una volta giunti in quota ci sarà ad attendere lo sciatore mattutino una lauta colazione a base di latte, yogurt, formaggi dei masi vicini, marmellate fatte in casa, miele, pane nero, speck, uova e succhi di mele. Tutto avvolti nel magico silenzio dell'alba dolomitica.

UNA FESTA PER LA GOLA - Se invece che avventurarvi nel grande comprensorio del Sella Ronda, potete scegliere di sciare nell'area di Santa Croce sulle piste del Gardenaccia partendo da La Villa. L'esperienza è una festa per la gola dato che nelle tipiche stuben dell'Ospizio Santa Croce vi accoglie Erwin Irsara per gustare la frittata dell'imperatore; al rifugio Lèe invece c'è Ütia Nagler con le sue grigliate di carne e il tris di gnocchi. Una slitta trainata da cavalli attende invece gli sciatori per portarli alla Tana dell'Orso dove si assaggia il maialino allo spiedo a base di funghi. Al ristorante La Munt, a valle del Santa Croce, si gustano i canederli, mentre al Rifugio Sponata è eccelente la costata di cervo.