Notti stellate in alta quota

Soggiorni di fine estate in Trentino, per vivere il fascino dei rifugi aperti anche in autunno

L'estate non è finita. Almeno in alta quota, nei 146 rifugi del Trentino, dove un soggiorno autunnale regala la stessa sensazione di pace, isolamento, relax e libertà che qui, ai piedi delle Dolomiti trentine Patrimonio mondiale Unesco, permea le giornate durante la bella stagione.

Garanzia di una vacanza difficile da dimenticare sono in primis la consueta accoglienza famigliare, lo spirito genuino e intatto dei luoghi e i sapori della cucina tipica. E ancora, il clima si fa più fresco, i profumi più intensi, i ritmi rallentano, i sentieri diventano più solitari e meditativi.

Il tempo? Trascorre piacevolmente tra passeggiate, trekking, attività per la famiglia, corsi di fotografia e di pittura. E la sera si vive l'esperienza, speciale ed unica, di dormire sotto il cielo stellato in una delle tante strutture in quota che anche quest'anno restano aperte oltre il 20 settembre fino ad ottobre inoltrato (in alcuni casi anche a novembre), per offrire ad escursionisti e famiglie nuove e insolite occasioni, tra sport, arte, cultura, natura.

Sono 146 i rifugi d'alta quota incastonati sulle cime delle Dolomiti trentine

Sono 146 i rifugi d'alta quota incastonati sulle cime delle Dolomiti trentine

L'emozione più intensa? Si prova alle prime luci del giorno, ammirando il sorgere del sole, e all'imbrunire, osservando il cielo tingersi delle mille sfumature di rosso del tramonto. A sorpresa si scopre una montagna insolita, permeata di silenzi assordanti, dipinta da colori caldi e avvolgenti, sovrastata da cieli tersi e limpidi che aprono il cuore e l’orizzonte. Diventa ancor più facile imbattersi negli animali che popolano questo mondo di pascoli, rocce, fitti boschi. E così capita di vedere un camoscio che corre veloce fra i dirupi, un’aquila che libra elegante nel cielo.

Non mancano proposte e pacchetti ad hoc a portata di tutti. Tra gli altri, il rifugio Capanna Cervino, ai piedi del Cimòn della Pala ha studiato per i weekend del 26-27 settembre e 3-4 ottobre, un pacchetto per scoprire con gli esperti i segreti del cervo, il re della foresta di Paneveggio (tel. 340 0747643; a partire da 52 Euro).

In Val di Fassa, il rifugio Roda di Vaèl offre dal 26 al 27 settembre "Un rifugio e le sue infinite stelle", un weekend all'insegna dell’osservazione dei corpi celesti in collaborazione con l'Associazione Astrofili Trentini (tel. 0462 764450; prezzo da 50 Euro).

Fino al 30 settembre, ogni lunedì, il rifugio Sette Selle in Lagorai propone “Ninna nanna al rifugio” con letture e attività ricreative per i più piccoli (tel. 347 1594929; da 42 Euro, gratuito per bambini fino a 8 anni).

I rifugi d'alta quota sono l'ideale per una vacanza nella natura con tutta la famiglia

I rifugi d'alta quota sono l'ideale per una vacanza nella natura con tutta la famiglia

Nel Trentino occidentale, al rifugio Monte Baldo sopra Avio, dal 15 al 18 ottobre si può seguire un corso di quattro giorni di acquerello en plein air in compagnia di un artista naturalista (tel. 333 4648829; da 255 Euro).

Il rifugio Val d’Amola “Giovanni Segantini”, ai piedi della Presanella, propone dal 18 al 20 settembre un corso con il fotografo Alberto Bregani (tel. 0465 507357; da 135 Euro).

Per le famiglie con bambini, fino al 30 settembre, il rifugio Predaia ai Todes-ci in Val di Non che include attività ricreative e una conveniente formula soggiorno 2 adulti + 2 bambini pagando solo tre quote (tel. 0463 463138; da 180 Eur0).

Per gli escursionisti, infine, tante le proposte di soggiorno dopo il 20 settembre, di trekking, a partire da 3 e fino a 6 notti in rifugio, lungo alcuni dei più spettacolari itinerari come il Brenta Trek Expert, nel Parco dello Stelvio, il “Dolomiti Trek King” in Val di Fassa.

Correlati:

www.rifugi.visittrentino.it