Nel Bohuslän, che gusto!

Nella Svezia Occidentale, per respirare e gustare tutto il sapore del mare

La regione costiera della Svezia Occidentale è un paradiso per chi ama il silenzio, i paesaggi senza fine e il sapore del mare, direttamente nel piatto! Già inserita da CNN Travel tra le ultime grandi aree di natura incontaminata al mondo, la regione di Bohuslän, nella Svezia Occidentale, è famosa sì per la natura inviolata ma altrettanto per l'eccellenza dei suoi prodotti, in primis crostacei e frutti di mare di prim'ordine. Un tour gastronomico è il modo migliore per scoprire la varietà e la qualità di una cucina semplice ma eccellente, e soprattutto da “vivere” in prima persona partecipando ai safari per pescare astici, ostriche, cozze, gamberi e gamberetti tra i migliori al mondo.

CAPITALE DELLA BUONA TAVOLA - Non a caso la Svezia Occidentale si sta affermando come nuova food destination e si sta guadagnando la reputazione di “Capitale della buona tavola dell'Europa settentrionale”, questo sia in virtù delle materie prime genuine e di qualità, sia per i talentuosi chef innovativi e creativi che portano in tavola gusto, freschezza e ricerca, con un'attenzione anche alle tecniche artigianali tradizionali. Purezza degli ingredienti, allevamento con pratiche responsabili, varietà dei metodi di produzione sono i punti di forza di questa gastronomia sorprendentemente ricca di materie prime. E se la costa vanta i frutti di mare tra i migliori del pianeta, la regione di Dalsland offre una grande varietà di selvaggina, bacche e pesce di lago, mentre la regione del Västergötland è conosciuta per il pesce affumicato dei grandi laghi e per i suoi formaggi. Quando partire? Subito! Agosto è il momento giusto, perché in Svezia è già bassa stagione e si può programmare una vacanza gourmet a costi contenuti. E poi c'è settembre, un altro momento perfetto: dalla terza settimana del mese inizia infatti la pesca dell'astice, i colori del tramonto dipingono in anticipo il cielo e diminuisce la presenza di turisti. 

SAFARI SULL'ACQUA
- È un must per chi decide di trascorrere una vacanza da queste parti. Divertente, conviviale, coinvolgente, il seafood safari è un'esperienza davvero autentica, permette di entrare a contatto con la natura intatta di questi luoghi e di raccogliere in prima persona crostacei e frutti di mare tra i più saporiti e freschi al mondo. Il motivo? In primis la lunga maturazione che avviene in acque fredde. È questo, combinato a tecniche di allevamento meticolose e attente, che permette di avere in tavola prodotti davvero eccelsi. Provare per credere. Al porto di Lyckorna, per esempio, ci s'imbarca per il mussels safari, ossia il safari per raccogliere le cozze con Janne Bark (tel. 0046 705 775015), cordiale pescatore e grande imprenditore che accompagna i turisti in un'escursione che consente di vivere il mare, respirarne l'aria salmastra e assaporarne i prodotti. Gli si può dare una mano a sollevare dai fondali le nasse colme di frutti di mare, a pulirli prima di riportarli a riva, dove Janne provvede a cucinarli in un gigantesco wok secondo una ricetta locale. Durante il giro, intanto, intrattiene gli ospiti spiegando loro proprietà (sono per esempio ricche di fosforo) e virtù delle cozze, così preziose per l'equilibrio dell'ecosistema, sensibilizzando in questo modo i turisti alla salvaguardia dell'ambiente. Lo fa perché lo sente: “Ho una ditta che gestisco con la testa e una che gestisco con il cuore”, spiega facendo riferimento alla sua attività con i turisti. 


CAPITALE DELLE OSTRICHE
- Se la vostra passione sono invece le ostriche, non perdete un soggiorno a Grebbestad, da dove proviene circa il 90% della produzione totale del Paese. Imperdibile una degustazione di ostriche e birra locale a Everts Sjöbod, tipica boat house convertita in guest house che s'incontra a Grönemad, a soli 2 chilometri. I titolari, i fratelli Karlsson, ogni sera, al tramonto, pescano direttamente le ostriche nelle acque davanti “a casa” e le servono ai turisti che possono rilassarsi, godersi il silenzio in un contesto unico dipinto di infinite sfumature di rosso. Dopo “l'apertitivo”, è poi la volta del seafood dinner: una cena a base di freschissimi frutti di mare e crostacei che si possono gustare anche all'aperto, sulle chaise longue. Rinnovato di recente, Everts Sjöbod conta 6 incantevoli stanze attrezzate e modernamente arredate, che ben si integrano alla parte più antica della casa. Per il soggiorno si sceglie pacchetti che abbinano al pernottamento safari e degustazioni di ostriche, astice, granchi ed escursioni nelle isole. Una raccomandazione: prenotate degustazioni e sea-safari prima della partenza, per essere sicuri che ci sia disponibilità dei prodotti.

CIRCUITI VIRTUOSI - “I migliori, i più trendy, i più accoglienti, i più romantici o i più esotici”. Sono i ristoranti segnalati ogni anno dalla White Guide, la guida più prestigiosa ai ristoranti svedesi: i 250 ristoranti selezionati come migliori del Paese e i 500 ristoranti raccomandati, che includono naturalmente anche quelli del West Sweden. A Göteborg abbiamo provato la cucina di Stefan Karlsson, chef e titolare dell'SK Mat & Manniskon, informale come una casa ma di grande atmosfera: serve il meglio di carne e pesce locali, con verdure stagionali dell'orto, il tutto presentato con una curata mise en place e un ottimo servizio. E se ancora non vi bastano, ci sono gli stellati: Göteborg vanta ben 5 ristoranti con una stella Michelin: Bhoga, Sjömagasinet, Kock & Vin, Thörnströms Kök, 28+ e Fond. Esiste poi un vero e proprio circuito “goloso” che riunisce i ristoranti più ricercati della regione, come quello di Villa Sjötorp, a Ljungskile, in tutto 14 camere tutte diverse, ricavate in un'antica dimora di charme che apparteneva al bisnonno (in passato era la casa estiva di famiglia) di Ellika, l'attuale proprietaria. È un posto che ha conservato intatta l'atmosfera di una volta, immersa nel verde e nella quiete, da dove si ha anche facile accesso al mare. Tante le attività che si possono fare nell'area, per tutta la famiglia, dalla canoa al trekking alla bicicletta. Ma qui si viene soprattutto per rilassarsi e mangiar bene: fiore all'occhiello resta infatti il ristorante, famoso per la cucina “ecologica”, stagionale, genuina e innovativa che rivisita la tradizione con estro, facendo sapiente uso di spezie, fiori e ingredienti del territorio. Ecco allora arrivare in tavola le specialità a chilometro zero create dalla talentuosa e giovanissima chef Linnea Wennberg. In menu? Piatti di carne, di pesce e vegetariani a base di ingredienti scelti dai produttori locali: Austad Gård per la verdura, Grona Gårdar per il manzo, Monitz per il pollo.


  • COME ARRIVARE

  • Per raggiungere Göteborg dall’Italia si vola non stop con Ryanair da Orio al Serio 3 volte alla settimana e da Roma-Ciampino 2 volte a settimana; con SAS Airlines si raggiunge Göteborg via Copenaghen ogni giorno da diversi aeroporti italiani. 

  • PER INFORMAZIONI
  • VisitSweden