Bed&Breakfast, Milano

Milano, è boom di b&b

La formula dei bed&breakfast sempre più vincente

I numeri parlano chiaro. A Milano, negli ultimi cinque anni i bed&breakfast sono aumentati del 600%. Le strutture, prima solo 24, ora hanno raggiunto quota 163. Che dire? Niente male davvero. Non solo. Sembra che la "tendenza" non si sia ancora fermata: dall'inizio del 2010 infatti altri 11 esercizi hanno aperto i battenti. Dai Navigli al nuovo quartiere fieristico di Rho-Pero, è un fenomeno ormai consolidato.

Bastano poche stanze e una Dia (dichiarazione d'inizio attività) del Comune e il gioco è fatto. E se i motivi che spingono i milanesi ad adibire parte delle loro abitazioni a strutture ricettive vanno ricercati nel bisogno di avere una seconda entrata in periodo di crisi, è anche vero che per molti diventa una nuova opportunità di lavoro.

La cosa buona è che finalmente anche l'Italia si sta allineando con il resto d'Europa, soprattutto quella del Nord, offrendo strutture alternative agli alberghi, spesso troppo cari e impersonali, a chi non può permettersi di spendere molto (in media per una doppia in un b&b si spendono 70 Euro a notte) e non vuole rinunciare all'ambiente familiare anche quando viaggia.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati