In cammino sulla Via Francigena

In Toscana, per ripercorrere in 15 tappe i 380 chilometri della tratta regionale

Da Canterbury a Roma attraverso Francia, Svizzera e Italia. È l'itinerario della Via Francigena, il percorso in 79 tappe fatto nel 990 dall'Arcivescovo Sigerico in viaggio verso la capitale per ricevere l'investitura papale, che poi fissò in un documento scritto arrivato sino ai nostri giorni. In Italia il Cammino parte in Piemonte, attraversa per un breve tratto la Lombardia e raggiunge l'Appenino Emiliano prima di arrivare in Toscana, di certo uno dei territori più attivi nel promuovere l'importante tragitto. Ed è stata proprio la Toscana a decidere di mettere in sicurezza l'intero percorso regionale per l'estate 2014, per rendere più agevole il percorso di quanti decideranno di ripercorrere i passi dei pellegrini e viandanti che in passato si recavano a Roma o Gerusalemme, per chi proseguiva via mare.

In pratica? I 380 chilometri e le 15 tappe del Cammino toscano sono stati dotati di infrastrutture per pellegrini e viandanti, come aree di approvvigionamento di acqua, luoghi attrezzati per la sosta, strutture ricettive su misura, cartellonistica ufficiale e segnavia lungo il sentiero. E così si potrà intraprendere il proprio “cammino”, assecondare il proprio passo, il proprio respiro, il proprio ritmo, per vivere in modo del tutto personale un'esperienza di viaggio indimenticabile. Un'esperienza lenta e piena, introspettiva e spirituale, che porta alla scoperta degli incantevoli paesaggi toscani, consapevoli che il viaggio è esplorazione di luoghi ma anche di se stessi. Un'esperienza che tutti possono fare, fatta eccezione per poche tappe più ostiche, anche con poco allenamento. E per “tirare il fiato”, tra una tappa e l'altra ci si può fermare e soggiornare, a scelta, in strutture religiose, ostelli pellegrini, foresterie o case private, tutte confortevoli e accoglienti. Ecco allora che c'è chi alloggia nei bed & breakfast attrezzati e chi preferisce i campeggi; chi va a cena nei ristoranti gourmet e chi preferisce i barbecue all’aperto.

Si può partire da Lucca e in 6 giorni di cammino raggiungere Siena e poi, ancora oltre, riprendere il tragitto per perdersi tra le dolci colline toscane, ammirando i paesaggi di vigneti e uliveti che si perdono a vista d'occhio. Si può intraprendere il Cammino da soli o in compagnia. Organizzandosi in autonomia oppure rivolgendosi a operatori specializzati come Thesan-Terre Etrusche (www.thesantrekking.it), la Compagnia dei Cammini (www.cammini.eu), La Compagnia dell'Asinello (www.lacompagniadellasinello.it), Le Vie dei Canti (www.viedeicanti.it), Trekking Italia (www.trekkingitalia.org), Walden-Viaggi a piedi (www.waldenviaggiapiedi.it), cooperativa quest'ultima che organizza viaggi di turismo responsabile a piedi, premiato con il Green Travel Award dal Gruppo Italiano Stampa Turistica.