Il gusto di volare

Le compagnie aeree si trasformano in tavole gourmet. Starchef e sommelier al servizio del menu di bordo

Volare tra le stelle, sì, ma quelle Michelin. Le compagnie aeree, infatti, si sono trasformate in vere e proprie tavole gourmet di alta quota, rendendo a dir poco delizioso il cibo servito a bordo, classe economy compresa. Merito di tanti starchef e somelier che mettono il loro sapere al servizio delle varie bandiere. La sfida culinaria dei cieli è aperta, ora si aspetta la prima guida Michelin in the sky.

il TOP nei cieli dell'EUROPA

I piatti serviti a bordo della rinnovata business class di Austrian Airlines, secondo Skytrax 2015 la migliore per il servizio food, sono di altissima cucina grazie al partner Do&Co, una delle più esclusive società di catering al mondo. Sui voli a lungo raggio in partenza per New York, ad esempio, il menu a la carte propone specialità regionali: dalla cotoletta alla viennese ai wurstel, al tipico pollo fritto accompagnati da vini austriaci.

I passeggeri in business per Tokyo, invece, possono gustare l'esclusivo menu di Hiroshi Sakai, chef di Unkai, ristorante gastronomico di specialità giapponesi al Grand Hotel di Vienna. Per assicurarsi le portate preferite si possono ordinare al momento della prenotazione del volo fino a 36 ore prima della partenza (austrian.com) oppure dall'aeroporto di Vienna fino a un'ora prima del decollo, al banco DO&CO presso il Terminal 3 (il servizio è supplementary, costa 15 Euro).

L'eleganza è servita a bordo di Austrian Airlines

L'eleganza è servita a bordo di Austrian Airlines

Per i passeggeri in Premiere Class di Air France, in volo dall'Europa verso destinazioni a lungo raggio l'esperienza culinaria è ancora più esclusiva. A cominciare dal servizio da tavola, dai piatti di porcellana Bernardaud alle posate Christofle, disegnato dall'archistar francese Jean-Marie Massaud: nei suoi piatti si alternano ogni mese le ricette creative ideate da alcune fra le massime autorità della cucina francese, Joël Rebochon, Guy Martin, Regis Marcon, Anne-Sophie Pic e Michel Roth.

Bouillabaisse di rombo liscio e gamberetti con finferli, stinco di vitello brasato, pollo al vapore con miele di fiori e limone, stufato di lenticchie verdi di Puy con gamberetti, sono, per esempio, fra le creazioni gourmet firmate dallo chef Paul Pairet in degustazione sui voli Air France dalla Cina.

Air France, menu à la carte

Air France, menu à la carte

I passeggeri di Klm in World Business Class sui voli in partenza da Amsterdam, possono assaggiare piatti firmati da star chef che cambiano a rotazione, come ad esempio l'olandese Jonnie Boer (3 stelle Michelin), Sergio Herman, Richard Ekkebus, Mario Ridder, Richard van Oostenbrugge. SWISS Taste of Switzerland è il nome del progetto di ristorazione on board della principale compagnia aerea svizzera con le specialità culinarie delle varie regioni del paese.

Ogni capitolo del programma vede un famoso chef svizzero preparare le specialità della propria regione (con la selezione dei vini). Lo chef cambia ogni tre mesi (da Othmar Schlegel ad André Jaeger). Il programma ha ottenuto il Mercury Award, massimo riconoscimento del settore della ristorazione a bordo.

Inoltre, offre 17 menù creati per i viaggiatori intolleranti al lattosio, vegetariani o che seguono particolari diete. C’è anche il programma SWISS Traditions in Business, con piatti della tradizione curati da ristoranti icona svizzeri.

British Airways suona invece tutta un'altra musica. I piatti della compagnia sono insaporiti da una vera e propria playlist molto speciale: chiamata Sound Bite, la colonna sonora dei pasti in alta quota è stata studiata apposta per esaltare i sapori delle pietanze. Qualche esempio? La voce graffiante di Paolo Nutini fa da sottofondo alla prima portata, un delicato salmone scozzese, mentre il british pop di Coldplay e Lily Allen accompagna le portate principali. Il dessert? Con Sua Maestà Madonna. Per il caffè, il Nessun Dorma di Placido Domingo.

DAL SOL LEVANTE ALLA THAILANDIA

Per offrire ai passeggeri un'esperienza gourmet di assoluto piacere a diecimila metri da terra, con menu che variano ogni tre mesi, il vettore giapponese All Nippon Airways (Ana), uno dei più importanti al mondo premiato da Skytrax con cinque stelle, nel 2013 ha, invece, lanciato The Connoisseurs. Il panel comprende 26 fra chef stellati, sommelier, enologi, esperti di sake, incaricati di creare menu speciali per i viaggiatori Ana. Ne fanno parte fra gli altri il 'Picasso della cucina' francese Pierre Gagnaire (tre stelle Michelin) e Annie Feolde, dell'Enoteca Pinchiorri.

Per esempio, in classe First sui voli dal Giappone per l'Europa fino a fine agosto il menu offre il meglio della cucina francese e giapponese insieme curato dallo chef, ex allievo di Joel Robuchon, Ryuta Iizuka, rinomato per il suo Restaurant Ryuzu di Tokyo (due stelle Michelin): caviale con tartare di salmone affumicato, sauté di filetto di manzo con radice di cardo tartufata e crema di peperoni, baguette francese per il pane.

In alternativa, si può puntare ai piatti della cucina tradizionale giapponese (di recente dichiarata patrimonio culturale UNESCO), come il tipico ramen, curati dai cuochi Ana. Varrebbe la pena preferire la Business solo per la proposta del menu, con assaggi di autentica cucina Kaiseki preparati dal rinomato chef Yoshikazu Tsuji del ristorante Tsujitome di Tokyo: orata alla griglia con sake, salmone affumicato con radice di loto, sashimi.

All Nippon Airways e la sua esperienza gourmet ad alta quota

All Nippon Airways e la sua esperienza gourmet ad alta quota

Sono gourmet e hanno un tocco italiano stellato Michelin anche i pranzi a bordo di Singapore Airlines (Sia), la compagnia aerea più premiata al mondo (tra cui Best International Airline vinto per 14 anni consecutivi, il rating massimo di 5 stelle assegnato da Skytrax). Con il lancio, vent'anni anni fa, del progetto International Culinary Panel, equipe di nove starchef internazionali, ha cambiato pelle all'inflight catering trasformandolo in esperienza gourmet con menu di cucina occidentale e asiatica.

Il dream team di cuochi comprende Georges Blanc, Sanjeev Kapoor, Yoshihiro Murata, Carlo Cracco: del mattatore di Masterchef, per esempio, si possono gustare piatti come filetto di vitello scottato in crosta di nocciole sbriciolate o il controfiletto grigliato con sedano rapa e ravanelli, sulle rotte intercontinentali in suite, first e business class dall'Italia.

Il tutto accompagnato da un'ottima carta dei vini con bottiglie di pregio, come Grand Cru Red Burgundy e Cru Bourgeois red Bordeaux, selezionate da esperti d'eccellenza quali Michael Hill-Smith, Oz Clarke e Jeannie Cho Lee, prima asiatica a vincere il titolo Master of Wine. Con il servizio Book the cook, disponibile anche per i passeggeri in partenza da Milano Malpensa, direttamente sul sito della compagnia aerea si può pre-selezionare il menu da consumare in volo entro 24 ore dal viaggio.

È un Expo del gusto anche il premiato (con un Mercury Award) inflight catering di Thai Airways, unica compagnia orientale a volare non-stop dall'Italia alla Thailandia (con 3 collegamenti da Milano e 4 da Roma). A bordo dei suoi aerei, in Royal First Class e Royal Silk Class (Business) offre i migliori piatti della tradizione thai. Attenzione, però, perché sui voli Thai per una volta si mangia bene anche in economy come attestato dal premio World's Best Economy Class Airline Catering assegnatole nel 2011 e nel 2014.

Prelibatezze a bordo di Thai Airways

Prelibatezze a bordo di Thai Airways

Cathay Pacific Airways, compagnia di bandiera di Hong Kong, propone piatti cinesi firmati da chef stellati Michelin e creati in collaborazione con il Gruppo Mandarin Oriental Hotel. Ad accompagnare il tutto, un'importante lista dei vini in Prima Classe, che comprende sei vini italiani appositamente selezionati.

EMIRATI: etihad, emirates e qatar

Accoglienza in stile hotel di lusso a bordo di Etihad Airways, dove in first class i piatti sono accompagnati dalle porcellane tipo Bone China del produttore giapponese Nikko. La scelta delle portate vanno dai menu ispirati agli eleganti bistrò (opzione Dine anytime) alle specialità esotiche, preparate con chef internazionali come Luke Nyugen, top chef vietnamita, ambassador del brand Etihad Airways.

Accoglienza ed eleganza con Eithad Airways

Accoglienza ed eleganza con Eithad Airways

Sui voli Emirates, basta, invece, una semplice telefonata dalla propria cabina di First class al personale di bordo per farsi servire piatti regionali, dalle costolette di manzo all'aragosta fresca saltata in padella con salsa di fagioli neri, sulla rotta Brisbane-Singapore, per esempio, o speciali menu, diciannove tra salutari e aderenti alla propria religione.

Il menu ad alta quota di Emirates Airline

Il menu ad alta quota di Emirates Airline

Sono menu a la carte con piatti firmati da celebrity chef come Nobu Matsuhisa e Vineet Bhatiaquelli riservati ai passeggeri in first class di Qatar Airways. Per chi vola da Doha a Osaka, per esempio, la scelta va dalla Zuppa di tè verde e noodle soba al Salmone Balik e foie gras con insalata di porri in agrodolce, dalla classica selezione di antipasti arabi (Meze) al gelato al fagiolo azuki e tè verde con riccioli di sesamo.

STATES E AUSTRALIA

Scommette sempre più sul food on board anche United Airlines. Sulle nuove rotte Roma - Chicago e Venezia - New York da poco inaugurate, per esempio, in first e business si possono gustare uova strapazzate con formaggio Pepper-Jack, mix di pepe saltato, salsiccia affettata del Nuovo Messico, gratin di patate e salsa al pepe ma anche menu senza glutine e birre artigianali Goose Island.

Se quest’estate si sceglie di viaggiare in Delta One, invece, la classe business di Delta Air Lines, sulla rotta per New York da Roma o Milano, ad esempio, viene servita cucina italiana, dai ravioli panciotti al filetto di manzo, infine coppa di gelato alla vaniglia.

Strawberry Fields Salad a bordo di United Airlines

Strawberry Fields Salad a bordo di United Airlines
Qantas, compagnia aerea di bandiera australiana propone in First una carta dei vini premiata (Best First Class Cellar, Best First Class White Wine: Leeuwin Estate Art Series Chardonnay 2009 Australia and Best First Class Sparkling wine: Taittinger Comtes de Champagne, 2000, France) e menu creato dallo chef Neil Perry: si sceglie fra 12 portate principali, menu degustazione di 8 portate.

Correlati:

Guarda la Foto Gallery completa