Gastronomika

Giunta alla XVI edizione, quest'anno la celebre kermesse ha scelto l'Italia come Paese ospite

Il Nord e il Sud. I boschi ombrosi del Piemonte e l'azzurro del Tirreno. Le Alpi e il Vesuvio. I canali di Venezia e le acque tiepide che bagnano la Sicilia. Milano, la cosmopolita e Roma, caput mundi. Un caleidoscopio di paesaggi, tradizioni, culture, genti. E sapori. L'Italia è anche questo. Due universi gastronomici che insieme danno vita al patrimonio culinario tra i più apprezzati al mondo. Ed è proprio questa vivace dialettica “Italia: Nord versus Sud”, in cucina s'intende, protagonista della XVI edizione di San Sebastian Gastronomika-Euskadi Basque Country, prestigioso congresso dedicato all'alta gastronomia, organizzato da El Diario Basco e da Grup Gsr, in programma dal 5 all'8 ottobre 2014 negli spazi del Kursaal. Una manifestazione in continua crescita, che ha registrato 12.500 visite nel 2013, con un incremento del 6% di presenze in più rispetto all'anno precedente, trasformando per alcuni giorni San Sebastian nella capitale gastronomica mondiale.

Quattro le macroaree-tematiche del congresso: Alta consacrata alla gastronomia dei migliori chef del mondo che presenteranno nell'Auditorio le loro ultime creazioni; Off, con laboratori e lezioni sul vino, la sala, la ristorazione; Market, rappresentata dalle più prestigiose aziende del settore. Ad aprire il congresso sarà Popular la giornata dedicata al pubblico, che verrà coinvolto a partecipare a laboratori, dimostrazioni e altre attività.

A rappresentare tutto il gusto del Nord e del Sud del nostro Paese saranno chef del calibro di Carlo Cracco, Massimiliano Alajmo, Gennaro Esposito, Davide Scabin, Norbert Niederkofler, Arcangelo Dandini, Enzo Coccia, Enzo Piccirillo, Andrea Berton, Matías Perdomo, Lorenzo Cogo, Alberto Manassei e Nino di Costanzo. A rappresentare il meglio della cucina spagnola saranno invece Joan Roca, Carme Ruscalleda, Quique Dacosta, Eneko Atxa, Ángel León, Francis Paniego, Ramón Freixa, Dani García. Non è certo da meno il comitato tecnico, che vanta nomi come Hilario Arbelaitz, Karlos Arguiñano, Juan Mari Arzak, Martin Berasategui, Andoni Luis Aduriz e Pedro Subijana.

Il programma? Ricco e fitto, coinvolge l'enogastronomia in tutte le sue declinazioni, chef e produttori, piatti e materie prime, i trend, la ricerca, la storia e l'evoluzione, la cucina gourmet e il cibo di strada per un indimenticabile viaggio nel gusto. Non resta che prenotare un volo e aspettare che si alzi il sipario!