Cous Cous Fest

A San Vito Lo Capo, mediterraneo abbraccio fra chef, culture e tradizioni. Fino al 27 settembre

Grandi novità quest'anno al Cous Cous Fest, in programma a San Vito Lo Capo (Trapani) dal 22 al 27 settembre. A impreziosire il festival internazionale di integrazione culturale arrivano infatti tre noti chef siciliani, quali Ciccio Sultano del Duomo di Ragusa Ibla, Pino Cuttaia de la Madia di Licata e Carmelo Chiaramonte, il "cuciniere errante". Pronti a esprimere estro e saggezza durante laboratori del gusto a numero chiuso: le Electrolux Experience.

Novità anche per la sfida a colpi di semola di grano fra cuochi provenienti da Italia, Francia, Costa d'Avorio, Israele, Marocco, Palestina, Senegal e Tunisia: le gare sono a eliminazione diretta e a decidere il verdetto non c'è solo una giuria tecnica (presieduta da Edoardo Raspelli) ma anche una maxi giuria popolare formata da ben cento persone.

E poi? Il villaggio gastronomico si arricchisce di una giovane dimora golosa. A fianco della "Casa del cous cous trapanese e del Maghreb", della "Casa del cous cous sanvitese" e della "Casa del cous cous dal mondo" c'è pure la "Casa del cous cous del Mediterraneo", dove gustare i cous cous preparati secondo le ricette tipiche dei Paesi costieri.

Senza dimenticare gli appuntamenti culturali, gli eventi musicali e gli approfondimenti culinari intorno alle specialità gastronomiche regionali. Sempre all'insegna dello scambio e dell'incontro fra esperienze e conoscenze.

Il biglietto d'ingresso ha un costo di 10 Euro e dà diritto a una porzione di cous cous (a scelta tra carne, pesce o verdure), un bicchiere di vino bianco o rosso e un frutto. In degustazione dalle 12 alle 24.

Correlati:

www.couscousfest.it