Profumo di Duende

Flamenco che sprigiona energia danzante con la compagnia milanese La Zambra

Di chi è la musica? Di chi la ama e che lei chiama. La musica è di chi la vuole sentire e bere a piene mani, respirare a pieni polmoni. In una città come Milano vi è maggior bisogno di boccate d'ossigeno, proprio come quella portata dalla compagnia milanese La Zambra. Una piacevole sorpresa in una notte di mezz'inverno al Teatro Blu, domenica 20 gennaio.

PROFUMO DI DUENDE - A dimostrare che il Duende, il genio flamenco, non è stato instillato solo nei Gitani, questi musicisti e ballerine hanno colpito cuore e anima di un pubblico attento e caloroso. E' un incanto perdersi fra le corde vibranti delle chitarre di Antonio Porro e Marcello Porceddu che giocano pizzicandole, accarezzandole, come se le mani fossero portate da un caldo vento proveniente da un deserto cosparso di rose spinose i cui semi, capitati lì per caso, ora profumano la terra arida. Odora il palco di forte e buona energia che trasfigura i volti delle danzatrici, rendendole esseri di un altro pianeta scesi a ricordarci che questa vita è intensa e va vissuta qui ed ora. Anche questo è il Duende andaluso, quello che hanno cantato poeti e zingari a piedi scalzi, piedi che poi si son vestiti di chiodi per far sentire più fortemente la propria voce. Il cuore pulsante dell'Andalusia vive nel cajon di Francesco Perrotta.

ENERGIA DANZANTE - Difficile descrivere l'intenistà con cui la bailaora e cantaora Paola Savino ha interpretato i brani, raggiungendo l'apice in un'Alegria dalle movenze colorate e luminose. Paola nasce come danzatrice e poi si avvicina anche al cante flamenco, dimostrando qui di avere un timbro particolarmente incisivo e molto personale. Conquista il pubblico anche la deliziosa Elena Fontana che apre lo spettacolo insieme alla potente voce del soprano Corinna Catelli e che nella Siguiriya emerge in tutta la sua bellezza artistica, sfiorata dalle note del violoncello di Francesca Ruffini. E come nelle migliori tradizioni delle feste andaluse lo spettacolo si conclude danzando por Sevillanas, fra i giochi musicali degli artisti e l'entusiasmo dei presenti, che uscendo da teatro, vanno verso i loro sogni notturni cantando e accennando qualche passettino di baìle.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati