I 60 anni del Teatro Piccolo

Grande festa al teatro di via Rovello con una stagione teatrale ricca di appuntamenti

LAPILLI DI STORIA - Era da poco terminata la guerra. L’Italia era ancora semidistrutta, ferita e si cominciava la tanto attesa ricostruzione. Il mondo del teatro tornava a respirare e così nel 1947 nasceva a Milano uno dei teatri che avrebbe consacrato la scena italiana in Europa: il teatro Piccolo. Giorgio Strehler e Paolo Grassi mettevano la prima pietra di questa grande avventura e così il 14 maggio 1947 con l’allestimento L’albergo dei poveri di Gorkij veniva inaugurato il tempio dei teatri milanesi. Primo esempio di organizzazione di teatro stabile in Italia, il teatro di via Rovello sarà diretto dai due fondatori fino al 1967, anno in cui il timone passerà al solo Grassi.

I FESTEGGIAMENTI – La stagione teatrale 2006/2007 festeggia i sessanta anni del teatro Piccolo. 16 mesi di programmazione nelle tre sale (Teatro Piccolo, Strehler e Studio) ricca di grandi appuntamenti che si accostano ad altri tre anniversari importanti. I trecento anni della nascita di Carlo Goldoni, i dieci anni della scomparsa di Giorgio Strehler e i venti anni di attività della scuola del teatro Piccolo, pilastro fondamentale della formazione teatrale del nostro Paese. Una lunga festa che vedrà in cartellone protagonisti della scena europea: da Peter Brook a Robert Wilson, da Luca Ronconi a Maurizio Scaparro, da Francesco Rosi a Jacques Lassalle.

IL CARTELLONE – Ad aprire il sessantesimo anniversario è Enzo Jannacci (Teatro Grassi, 19-24 settembre) con uno spettacolo della scorsa stagione che riprende il racconto del cantautore milanese sui vizi,  contraddizioni e virtù della sua città. Laura Bolis mette in scena Corte Sconta – Kol (Teatro Studio, 19-21 settembre) mentre Monsieur Roger Planchon con il suo Soirée de Gala (Teatro Strehler, 26-28 settembre) fa rivivere 18 quadri tratti dall’universo di Cechov. Un insolito Lucio Dalla è protagonista del progetto musicale Speak truth to power (Teatro Strehler, 24-29 ottobre); Franco Branciaroli, nel centenario della nascita di Beckett, propone Finale di Partita (Teatro Grassi, 7-19 settembre); Peter Brook fa esplodere  con Sizwe Banzi est mort (Teatro Studio, 14-25 novembre) la vitalità del teatro sudafricano; Robert Wilson firma la regia di Quartett (Teatro Strehler, 12-15 dicembre) e Luca Ronconi porta in scena il fascino di Goldoni con Il Ventaglio (Teatro Strehler, 16 gennaio – 18 febbraio 2007). La fiaba è protagonista con gli spettacoli Il Gatto con gli stivali (Teatro Grassi, 22 dicembre – 7 geannio 2006) e Pollicino (Teatro Studio, 22 dicembre – 6 gennaio 2007), il mondo di Cervantes con il Don Chisciotte di Scaparro (Teatro Grassi, 30 gennaio – 11 febbraio 2007), i fantasmi di Eduardo De Filippo con Le voci di dentro per la regia di Francesco Rosi (Teatro Strehler, 20 marzo – 5 aprile 2007) e il grande ritorno del gioiello di Strehler con Arlecchino servitore di due padroni (Teatro Grassi, 18 aprile- 14 maggio 2007).

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati