Cabaradio

Il 23 e 30 gennaio la radio si trasferisce di nuovo con Albertino sul palco dello Spazio Zelig

La radio si spinge oltre, rischia e diventa anche asso piglia tutto. A differenza della televisione che impallidisce di fronte agli assalti di Internet, la radio si è accoppiata col web ed ha sortito buoni risultati. Nuovi fidanzamenti all'orizzonte? Sì, ma col teatro. A provarci è una delle voci più amate d’Italia, Albertino di Radio Dee Jay, che ripropone il 23 e 30 gennaio allo Spazio Zelig una serata dal titolo Cabaradio.

CABARADIO - Prendete un dj popolarissimo e mettetelo sul palco di uno storico tempio del cabaret milanese: il mitico Zelig Cabaret di viale Monza. Albertino è uno che la sa lunga in termini di proposte allettanti, pronto a traslocare con la sua consolle davanti ad un pubblico in carne ed ossa e catapultarsi in un palinsesto che incolli musica, radio e cabaret. Cabaret? Sì, perché Cabaradio è un Live Show con una passerella di ospiti a sorpresa, ovvero una ciurma di comici emergenti pronti a sfidarsi con esilaranti giochi di improvvisazione.

FORMULA VINCENTE - Realizzato con la complicità di Lucio Wilson, Marco del Conte e Raffaello Brucella (Skizzo), Cabaradio è un trampolino per aggiudicarsi il titolo di "Re per una notte".  Il trait d'union è nell'esuberanza di Albertino, nella sua capacità di cucire diverse situazioni, che possono variare da serata in serata. "Abbiamo voluto costruire uno spettacolo nuovo - ci spiega Lucio Wilson, uno degli autori, - proponendo la comicità con una chiave un po' diversa dal classico spettacolo di cabaret. L'abbinamento con la radio e con un personaggio come Albertino fa sì che il risultato sia uno spettacolo di due ore molto godibile e con una identità molto precisa. Unisce la freschezza dello spettacoo live, al ritmo veloce e scnazonato della radio". E il pubblico? "L'interazione con lo spettatore è il terzo elemento importante. Sul palco si sfidano due comici alla volta, che duelleranno non solo con le loro battute di repertorio, ma anche con frasi concepite sul momento", tiene a precisare il giovane autore.

COMEDY BROS! - Dietro il paravento di questa formula frizzante, c'è comunque l'intento di creare un vero e proprio laboratorio. Una sorta di bottega vivente e stimolante dove la reciprocità dei vari comici apra nuove strade nel nome del culto del Cabaret. Tuttavia, non dimentichiamo che dietro questa passerella di comici ci sono sempre gli autori, quelli come Lucio Wilson che si armano di penna e idee per creare. Comedy Bros è una factory che unisce vari autori: l'unione fa la forza? "Comedy bros è un progetto che ha visto autori  provenienti da esperienze diverse - replica Wilson - unirsi per potersi contaminare e, influenzare e arricchire a vicenda. Una vera e propria factory che parte dalla creatività per arrivare alla produzione e non viceversa come di solito accade".

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati