Bacco innamorato

Per un San Valentino ebbro di vino

"Quanto più inebriante del vino è il tuo amore", scrive Salomone nel Cantico dei Cantici. Ma se Bacco incontra Venere, il paragone cede il passo alla passione. E allora perché non celebrare San Valentino tra vigne, calici e brindisi doc? L'incantesimo è assicurato.

FUGA FRA I FILARI - Se Venezia fa sognare, Venissa si fa degustare. Nella tenuta che la veneta maison Bisol ha messo a punto nell'isola di Mazzorbo, si avvera un cin cin di charme. Tra i filari del vecchio vigneto murato (risalente al Quattrocento), con il suggestivo campanile a far da custode, si può sorseggiare en primeur la prima annata di Venissa, vino raro e prezioso, figlio della dorona, antica varietà d'uva a bacca gialla, autoctona della serenissima laguna. E dopo sorsi dorati? Una dolce passeggiata mano nella mano sul ponte in legno collegante Mazzorbo alla gemella Burano, dove cenar tipico al ristorante Riva RosaGatto Nero (brindisi e cena da 75 Euro; per prenotazioni contattare Bisol). Se, invece, ci si volesse sentire re e regina di una cittadella divina, l'indirizzo giusto sarebbe quello di casa Condé di Predappio (in provincia di Forlì-Cesena), adagiata sulle sinuose colline che volgono lo sguardo al mare. Un luogo magico, dove camminare tra le viti e poi brindare con Condé Capsula Blu Riserva, un Sangiovese in purezza dal tono rubino e dai riflessi violacei, minerale e maturo, ottimo in abbinamento alle ricette romagnole in carta al ristorante o all'osteria-wine bar dell'azienda. Con chicca finale: artigiane praline di cioccolato ripiene di crema al Sangiovese. Infine, un brindisi country-chic. A versarlo nel calice è la cantina Ampeleia di Roccatederighi, nel Grossetano. Che, per il 14 febbraio, propone un tête-à-tête nell'elegante gazebo avvolto dalle vigne maremmane. In assaggio? Un nettare speciale, creato per l'occasione dall'enologo Marco Tait e reso unico da un'etichetta personalizzata con i nomi dei due innamorati (degustazione gratuita, bottiglia a 30 Euro).

AMOR DI VINO - Ha un perlage fine e persistente, un bouquet fruttato e floreale e, per rendere onore alla festa dell'amore, si veste di un pack a cuori rossi e oro. È il Valdobbiadene Prosecco Superiore docg Cuvée Oris, nella versione dry, firmato da Villa Sandi, che vanta vigneti sia alle pendici del Montello e dei Colli Asolani sia nella zona clou (e cru) del Prosecco. Dove nasce proprio questa raffinata cuvée, ideale come aperitivo ma capace di sposare tanto pesci, molluschi e crostacei quanto formaggi freschi e cremosi (in enoteca a circa 12 Euro). E se si preferisse lo champagne? Moët & Chandon ha studiato una limited edition d'eccezione: un cofanetto tutto rosa che cela una pink bottle, due flûte e un pennarello gold. Per taggare, scarabocchiare e sketchare la bottiglia con un messaggio, un augurio o un'audace dichiarazione d'amour. Un regalo glamour e classico per una drinking experience a tutta fantasia e bollicine. Quelle del Moët Rosé Impérial, sensuale e aromatico, in grado di combinare l'intensità del pinot noir, la delicatezza del pinot meunier e la finezza dello chardonnay (in vendita a partire da 100 Euro).

KISS IN UN CLIC - I vini del mondo sono a portata di mouse. Basta collegarsi a Evinia.it e il dono cortese è spedito (imballato con assoluta cura), pronto per essere destinato a lui o a lei. Si può scegliere un nettare millesimato, magari a ricordare l'anno del primo incontro, del fidanzamento o delle nozze, oppure andare dritti all'etichetta ad hoc per suggellare una cenetta, come il Porto Real Companhia Velha, nettare ambrato invecchiato dieci anni, le cui note di spezie, liquirizia, noce e vaniglia solleticano i sensi. Se, poi, non si volesse cenare at home, si potrebbe andare a casa delle Cesarine, cuoche-tate-mamme-zie che preparano tutto alla perfezione, fra luci soffuse, candelabri e calore famigliare. Basta compilare il modulo di prenotazione e la cena è servita (85 Euro a persona, vini inclusi): da Nicoletta e da Ornella a Milano; da Milena a Torino; da Giustina a Bologna; da Flavia a Roma e da Annamaria a Palermo. Assaporando una tradizione al bacio.