Martini Première Award 2008

Premi molto speciali a Milano per il cinema italiano. E vince anche il web

Il primo Martini Première Award è stato assegnato. Voluto dalla Martini & Rossi per celebrare i 50 anni della Terrazza Martini - luogo milanese tradizionalmente legato al jet - set internazionale - il riconoscimento non viene assegnato in base a canoniche categorie, come vedremo. A scegliere è una giuria presieduta da Vincenzo Cerami e conta al suo interno critici illustri come Paolo Mereghetti, giornalisti (Natalia Aspesi, Anna Praderio) ed esperti del settore; il tutto, sotto la direzione artistica di Gianni Canova.

LA FILOSOFIA - Le categorie in questione sono: Most Innovative Movie (al film più innovativo nel linguaggio cinematografico sperimentato), Most Magnetic Look (il film con il miglior "lato" estetico, in cui contano scenografia, costumi, design), Most Creative Launch (per la miglior strategia di comunicazione), Most Beautiful Hollywood Face (per gli attori emergenti con tutte le carte in regola per un buon successo all'estero). Canova spiega meglio la filosofia della manifestazione: "Vogliamo premiare quei film che hanno avuto il coraggio di osare con la sperimentazione di nuove soluzioni visive. Cinema non è solo raccontare una storia, ma il come la si racconta" - continua - "Nei premi parliamo di comunicazione, ma purtroppo la mancanza di investimenti nel marketing da parte delle case produttrici italiane è una triste norma". Negli intenti degli organizzatori, anche il desiderio di spingere verso una progressiva internazionalizzazione del cinema italiano, alla riconquista di fasti appartenenti a memorie ormai troppo lontane.

IL WEB TRA I PREMIATI - La pellicola giudicata più innovativa dalla giuria è Il Divo di Paolo Sorrentino; gli attori premiati Caterina Murino e Pier Francesco Favino; riconoscimento a Il seme della discordia di Pappi Corsicato per l'attenzione all'immagine. Per "The Most Creative Launch" invece l'Award è stato assegnato al progetto voluto dal regista Roberto Faenza per la promozione del suo I Viceré. Si tratta di You Trailer (sul sito http://www.ivicere.it/) ed era il concorso legato alla produzione del trailer più originale della pellicola, aperto a tutti. Si legge nella motivazione: "You Trailer ha avuto il merito di tentare un'operazione diversa per pensiero e per l'uso di un mezzo, il web, che il cinema italiano prende pochissimo in considerazione, forse perchè non lo considera, forse perchè lo teme". Il binomio cinema e web non fa necessariamente rima con "film piratati". La giuria del Martini Première Award l'ha capito.