Gomorra goes to Hollywood

Il film di Garrone in corsa per una nomination alla notte degli Oscar 2009

Le speranza di un nuovo Oscar in Tricolore vengono riposte nel film Gomorra. La rivelazione del Festival di Cannes che porta la firma del regista Matteo Garrone festeggia dunque doppiamente: prima il superamento dei 10 milioni di Euro al botteghino e ora con questa investitura.

CHI HA SCELTO - Gomorrà rappresenterà il cinema italiano nella selezione della cinquina che a febbraio gareggerà per il titolo di miglior film straniero nella prossima notte degli Oscar. Per sapere se la nomination arriverà occorre aspettare gennaio. Ma intanto, chi ha scelto Gomorra? I compito in genere spetta ad un'apposita commissione, quest'anno composta da 16 membri tra registi produttori, giornalisti, costumisti, scengografi e altri addetti ai lavori. Tra i nomi, quello di Gianni Amelio, Dante Ferretti, del produttore Angelo Barbagallo, del critico Paolo D'Agostini.

UNANIMINTA' - Sbaragliando la concorrenza - e precismamente i film : Il Divo, Giorni e nuvole e Tutta la vita davanti, l'opera tratta dal romanzo - inchiesta di Roberto Saviano sembra per ora mettere tutti d'accordo, critici e opinione pubblica. D'altronde il nome di Gomorra è stato fatto dalla giuria con voto unanime: una rarità, se pensiamo agli scontri degli anni passati, quando ci si divideva tra Mio fratello è figlio unico di Daniele Luchetti e La sconosciuta di Tornatore, o come quando nel 2005 venne scelto La bestia nel cuore della Comencini per gli Oscar 2007, scontentando i più. Nel 2004 toccò invece a Private di Saverio Costanzo, già vincitore di un Pardo d'Oro: apprezzato dai critici, a Hollywood restò a bocca asciutta.

Il successo de La vita è bella arrivò nella cerimonia del 1999. I prossimi Oscar verranno consegnati a febbraio 2009: a distanza di dieci anni da quella magica notte, speriamo quanto meno di poter dire che l'Italia c'era.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati