La Taverna Gourmet

A Milano, nasce un luogo consacrato alla pizza gourmet. Tra originali interpretazioni e inedite combinazioni

Non una qualunque, ma una vera napoletana. Dalla lievitazione lenta e dall’impeccabile impasto di lievito madre. Una raffinata partenopea su cui fanno capolino inedite combinazioni, materie prime scelte e originali farciture che avrebbero ragion d’essere anche da sole.

Ricercata, estrosa, verace, la nuova miss dei lievitati proposti all’ombra della Madonnina è la pizza de La Taverna Gourmet. Qui, un concept innovativo trasforma le belle di farina in attrici protagoniste della nobile ars gastronomica.

A Milano arriva la pizza napoletana in versione gourmet

A Milano arriva la pizza napoletana in versione gourmet

se la pizza si fa gourmet

La nuova insegna di Via Maffei 12 nasce da un'idea del patron Davide Iannaco, cresciuto nelle pizzerie di famiglia, la Taverna di Via Anzani e l’Altra Taverna di Via Cadore. È lui che ha deciso di accendere i riflettori sulla pizza gourmet, proponendo un prodotto di alta cucina, servito in uno spazio curato e disinvolto, progettato dall'interior designer Silvana Barbato.

Tra divanetti color petrolio, atmosfere Fifties e mood d'Oltreoceano, il fuoco del forno a legna gestito dal pizzaiolo Vincenzo Masi incontra l’arte dello chef Leonardo Giannico. E sfilano attraenti creature che sfoggiano ingredienti d'eccellenza e basi originali. Accanto all'impasto classico e di farina integrale macinata a pietra, ecco quello al centrifugato di basilico e al nero di seppia.

Atmosfera raffinata e accogliente dal mood newyorkese. Un ambiente ispirato agli anni '50

Atmosfera raffinata, elegante e accogliente, dal mood newyorkese. Un ambiente ispirato agli anni '50

Impasti che diventano veri e propri podi su cui sale tutta la creatività gastronomica: si va dalla Margherita Gourmet con Pomodoro del Piennolo, bufala dop, basilico verde e rosso alla sorprendente Scampi cacio e pepe, dalla MarinNera con gianchetti e colatura di alici di Cetara alla pizza con acciughe del Cantabrico, stracciatella, melograno e finocchio, passando per quella con tonno rosso scottato, cipolla rossa, arancia, finocchietto, mandorla tostata e cetriolo.

Ospiti in carta, le pizze ideate ad hoc da importanti cuisinier che per l'occasione diventano gli stylist delle miss. Il primo è Roberto Di Pinto, executive chef del Bulgari Hotel, che induce in tentazione con pluma di maialino iberico, gambero e guacamole, branzino e lardo di Colonnata. Piccoli gioielli serviti a spicchi al centro del tavolo, da condividere in una nuova convivialità dal piglio autenticamente gourmet.

Una delle pizze gourmet firmate da Roberto Di Pinto: la Pluma di maialino iberico

Una delle pizze gourmet firmate da Roberto Di Pinto: la Pluma di maialino iberico

Correlati:

Guarda la Foto Gallery completa