Godurie estive, quando il gelato chiama

La Gelateria della Musica raddoppia, Ciacco inaugura in Via Spadari

Il gelato è squisito, peccato che non sia illegale. Voltaire la sapeva lunga in fatto di godurie. E senza scomodare i maestri dell'Illuminismo, una cosa è certa: è ufficialmente iniziata l'estate e hanno appena inaugurato due nuovi indirizzi gelatosi.

LA GELATERIA DELLA MUSICA - Un cult meneghino, uno di quei posti dove vai se cerchi un gelato genuino e capace di mixare gli ingredienti in maniera originale. Proprio come una sinfonia musicale. Bene, per degustare le celebri declinazioni del pistacchio o i variegati gusti alla ricotta della Gelateria della Musica adesso ai milanesi viene data una doppia possibilità: ha aperto i battenti un secondo negozio in Via Abamonti 2, in Porta Venezia. Le stesse macchine, le stesse procedure, gli stessi ingredienti e lo stesso team dello storico punto vendita di Via Pestalozzi 4, sui Navigli. Insomma, un clone felice con tanto di laboratorio artigianale annesso, aperto tutti i giorni tranne il martedì fino alle 23 e il venerdì e il sabato fino a mezzanotte.

CIACCO, GELATO SENZ'ALTRO
- Se si chiama Spadari Via del Gusto un motivo ci sarà. È in questa strada del centro che è appena nata una nuova gelateria artigianale. Ciacco - Gelato senz'altro arriva da Parma e propone gelati privi di qualsiasi tipo di additivo. Solo fibre e proteine naturali per sorbetti rigorosamente senza latte certificati VeganOk e creme senza addensanti o coloranti. Ma soprattutto gioie per gli intolleranti al lattosio, che possono trovare gusti milk free altrettanto golosi: dal gianduia a base di cacao bio e nocciole igp Piemonte dolcificato con sciroppo di riso bio alla massa di cacao, derivato diretto dalle fave di cacao monorigine Ecuador. Una chicca a base latte? La crema con infusione al Grano del Miracolo, una varietà antica di frumento autoctono del Parmense. Da provare.