Ferrelli a Milano

Prodotti di qualità per una cucina dal tocco creativo

Lui, Nicola Ferrelli, è di origini pugliesi, e ha appena aperto il suo ristorante meneghino: Ferrelli a Milano, per l'appunto, in via Carlo Farini 6. Il suo diktat? Prodotti genuini e di qualità. Basti pensare che tutta la carne arriva da un macellaio di fiducia dell'Appennino Dauno, in provincia di Foggia, e che l'olio è quello dell'uliveto di famiglia, sempre nel Foggiano. La cucina proposta? Mediterranea allargata. Nel senso che i piatti sono un piccolo viaggio che dall'Italia conduce verso Oriente, a incontrare sfumature d'esoticità. Ecco allora gli gnocchi di patate con crema di pistacchi di Bronte e melissa, brunoise di Bologna e tè lapsang su chong (macinato al pesto del pepe); le trofie con crema di carciofi e burrata; lo sformatino di verdure di campo su letto di crema di fave e zafferano d'Oriente; i ravioli del plin al burro e salvia, con scorzetta di limone e zenzero canditi; e i mini rollè di vitellone ripieni di carciofi e aceto balsamico. In abbinamento, vini selezionati da cantine italiane note e meno note.

Buono il rapporto qualità-prezzo: al mezzodì si pranza con 12 euro e la sera con 30-35 euro. La fiorentina costa 3,50 euro all'etto.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati